L’evento è un incontro aperto con l’intento di promuovere un percorso partecipato tra cittadinanza e istituzioni
Gli Appuntamenti Regolamento amministrazione condivisa

ForlìBeneComune: verso il Regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni

Si parte mercoledì 27 maggio presso l'ex Asilo Santarelli

Mercoledi 27 maggio alle ore 17.00 presso l’Ex Asilo Santarelli, in via Valverde (Forlì), si terrà l’incontro #ForlìBeneComune: un regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni urbani, organizzato dall’Associazione Spazi Indecisiin collaborazione con il #SocialHub. Relatori del dibattito saranno la Prof.ssa Alessandra Valastro, rappresentante di Labsus che spiegherà la nascita e il senso del Regolamento, con Raul Mosconi, Assessore al Welfare per il Comune di Forlì. Il tutto moderato da esponenti dell'Associazione Spazi Indecisi e #SocialHub.

L’evento è un incontro aperto con l’intento di promuovere un percorso partecipato tra cittadinanza e istituzioni che porti alla formulazione e all’applicazione di un Regolamento sulla collaborazione per la cura e rigenerazione dei beni comuni urbani.
Il Regolamento non si limita alla riqualificazione di spazi urbani dimenticati, ma si pone come modello in cui la cittadinanza attiva e il dialogo con le Istituzioni sono elementi fondamentali per rigenerare una città ed il territorio puntando sullo sviluppo umano, civile e ambientale.
Non solo, il Regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni, promosso proprio da Labsus, risulta approvato nell’ultimo anno da 38 comuni italiani e vede proprio un’altra città romagnola, Bologna, come capitale italiana della sussidiarietà.
Il #SocialHub durante il periodo antecedente l’evento ha promosso una campagna mediatica sui social network per sensibilizzare sul tema dei beni comuni urbani.
Gli organizzatori sono fiduciosi sull’effetto a macchia d’olio dell’evento, così da poter innescare un percorso partecipato del Regolamento in tutto il territorio.

Dietro l’ideazione di questo evento c’è, da un lato, il lavoro pluriennale che Spazi Indecisi porta avanti nel valorizzare gli spazi in abbandono, innescando processi di rigenerazione urbana leggera in grado di contribuire alla riappropriazione simbolica degli spazi comuni; dall’altro lato c’è l’impegno costante del #SocialHub nel promuovere occasioni di governance partecipativa e di progettazione condivisa.

Lascia un commento