Fonte: www.viterbox.it

A Viterbo, il primo incontro per l’adozione del Regolamento sull’amministrazione condivisa

- 8 giugno 2016

Il 23 maggio 2016, infatti, in un incontro pubblico promosso dal movimento politico Gens Nova, si sono riuniti, per la prima volta, cittadini e amministratori con l’obiettivo di dotare anche il Comune di Viterbo del Regolamento sull’amministrazione condivisa.

Il primo tavolo di consultazione tra cittadini e amministrazione

Il primo incontro al tavolo di consultazione, che ha avuto luogo presso i locali della parrocchia San Leonardo Murialdo, ha visto la partecipazione di dieci realtà associative e cinque consiglieri, oltre a numerosi cittadini che, in un dibattito costruttivo e rispettoso, hanno fatto percepire il loro desiderio di riappropriarsi della città.
Un proficuo momento di confronto e condivisione di idee, dove sono venute alla luce anche le iniziative già in itinere presso l’amministrazione comunale.
Al termine dell’incontro, i consiglieri si sono impegnati a rielaborare le istanze emerse, sintetizzando ed attualizzando le mozioni, le delibere e gli atti già presenti, allo scopo di realizzare patti di collaborazione, che possano stimolare rapporti di reciproca fiducia tra cittadini e rappresentanti istituzionali.
L’adozione del Regolamento consentirà di dare legittimazione alla cittadinanza attiva viterbese nei vari settori di possibile intervento, rafforzare il senso di comunità, favorire la responsabilizzazione dei cittadini rispetto al proprio territorio, promuovere l’educazione civica presso le nuove generazioni.
Ad oggi, ben 85 comuni italiani hanno già adottato il Regolamento ed altri 80 comuni sono in procinto di farlo (qui la lista completa).
Le iniziative relative alla proposta di adozione del Regolamento sui beni comuni urbani da parte del nostro comune, non si sono esaurite con l’incontro pubblico del 23 maggio u.s.”, assicura il tavolo di consultazione Beni comuni urbani Viterbo. “Presto verrà organizzato un altro incontro, al fine di raccogliere maggiore consenso, sia tra i cittadini, che tra i rappresentanti politici della nostra città”.
Non ci resta che aspettare…

LEGGI ANCHE:

 

Condividi la pagina
    comments powered by Disqus