spesasospesa

Spesa Sospesa: a Cortona un patto di collaborazione per la solidarietà

- 31 gennaio 2017

Cortona verso la solidarietà: anche il comune aretese ha preso parte all’iniziativa lanciata dal Banco alimentare. Spesa sospesa è l’iniziativa oggetto del Patto di collaborazione stipulato tra il comune di Cortona, Radio Incontri Inblu e Centro di Ascolto Caritas Cortona: l’obiettivo, come si legge nel testo, è quello di “promuovere la solidarietà degli esercizi commerciali del territorio, anche in collaborazione con le Associazioni di Categoria; promuovere la solidarietà tra i clienti dei negozi; sostenere le famiglie in condizioni di disagio economico”.  Il progetto, come evidenzia Lucia Pareti della Caritas di Cortona, è nato sulla scia del “caffè sospeso” partenopeo: i clienti degli esercizi aderenti, riconoscibili attraverso un apposito marchio esposto, potranno decidere di lasciare qualche prodotto pagato che sarà poi ritirato dai volontari e consegnato a famiglie bisognose. Beni alimentari, ma non solo: cartoleria, abbigliamento, prodotti farmaceutici da banco e di igiene, tutti quei beni di prima necessità di cui nessuno dovrebbe essere privato.

I beni irrinunciabili degli “altri”

“Ci sono cose di cui semplicemente non si può fare a meno. Così importanti da farti dire che no, tu non potresti rinunciarci, e come te anche gli altri. Immaginiamoci allora di essere ‘gli altri’… è il modo migliore per capire quanto possa valere una “spesa sospesa”: si legge così nel comunicato pubblicato sul sito del comune di Cortona il 10 settembre 2015. Confcommercio e Confesercenti hanno aderito e promosso l’iniziativa che, come si legge nel Patto stipulato nell’ambito del Regolamento sull’amministrazione condivisa (approvato nella seduta del Consiglio comunale del 22 dicembre 2014), ha durata fino al 31 dicembre 2017: alle parti è inoltre riconosciuta la possibilità di pervenire ad una prosecuzione. “Speriamo di poter proseguire un’iniziativa così solidale e a cui teniamo molto”, insiste Lucia che più volte sottolinea come questo sia solo l’inizio eppure, al contempo, ci tiene a rimarcarne il positivo riscontro: “ad un anno dal suo avvio il progetto Spesa Sospesa ha raggiunto ottimi risultati coinvolgendo numerose attività sparse in tutto il territorio comunale. Possiamo dire che siamo solo in una fase iniziale del progetto e quindi aspettiamo un ulteriore riscontro in merito. Da parte nostra rimane la volontà e l’entusiasmo di continuare ad aiutare il prossimo”. Un piccolo gesto, dunque, che si inserisce nella routine giornaliera, ma che può rappresentare un respiro nuovo per tante famiglie: è una connessione tra persone che si sorreggono, a distanza, senza l’esperienza della conoscenza. È l’andare avanti, insieme.

In allegato il testo del Patto di collaborazione.

LEGGI ANCHE:

Condividi la pagina
    comments powered by Disqus