csvnet

CSVnet e Beni Comuni, un binomio che si rafforza grazie ad un corso per i dirigenti dei CSV

- 15 aprile 2017

portocitta4

Il sito

All’indirizzo benicomuni.csv sono disponibili le schede di 40 progetti di rigenerazione a cui CSVnet ha preso parte negli ultimi anni. Le schede sono divise per regioni e contengono documenti e contenuti multimediali. Negli ultimi 4 anni i progetti hanno riguardato 13 regioni e riguardano i settori più disparati.

“Il progetto risponde ad una nuova sensibilità e a nuove esigenze che emergono nel mondo del volontariato”, dice il presidente di CSVnet Stefano Tabò, “Il lavoro di rilevazione oltre ad essere un modo per consolidare le esperienze acquisite fino ad oggi è anche uno stimolo a promuoverne di nuove. In quest’ottica abbiamo deciso di organizzare un laboratorio formativo avanzato sul tema dei beni comuni, il corso sarà dedicato ai presidenti e ai direttori dei Centri di Servizio per il Volontariato di tutta Italia”.

14370259_1074384962682797_6682717582835592974_n-960x640

Il corso

Il titolo del corso è “Volontariato e beni comuni: il ruolo dei CSV” ed è il frutto della collaborazione con Sibec, la Scuola Italiana dei Beni Comuni fondata da Labsus, università di Trento ed Euricse. Il corso sarà strutturato in due moduli: il primo offrirà una definizione di beni comuni e dei principi dell’amministrazione condivisa e spiegherà il funzionamento dei patti di collaborazione; il secondo modulo si concentrerà invece sui sistemi di governance e sui possibili modelli organizzativi e affronterà gli strumenti per la progettazione e la gestione delle risorse. I docenti del corso sono Gregorio Arena di Labsus, Gianluca Salvatori e Flaviano Zandonai di Euricse e la sociologa Rossana Caselli. Il corso sarà ripetuto in due edizioni: Milano 21-22 aprile 2017 e 12-13 maggio 2017, a Napoli 19-20 maggio e 16-17 giugno.

LEGGI ANCHE:

Condividi la pagina
    comments powered by Disqus