Beni comuni e amministrazione condivisa Storie e notizie

Premio Comuni Virtuosi 2018

Online il bando che premia le pratiche ambientali virtuose degli enti locali

Le tematiche del premio sono varie e includono mobilità, energia, beni comuni, rifiuti, sensibilizzazione. Proprio la sensibilizzazione dei cittadini verso la protezione dell’ambiente rappresenta il focus della dodicesima edizione del premio.

Clicca qui per scaricare il bando

Per ogni categoria potranno essere proclamati due vincitori, uno per i comuni sotto i 15.000 abitanti e uno per i comuni sopra i 15.000 abitanti. Potranno inoltre essere assegnate delle menzioni speciali in una o più categorie, nel caso la giuria voglia comunque valorizzare un singolo progetto particolarmente efficace e innovativo. Sarà proclamato un vincitore assoluto del Premio “Comuni virtuosi”, e sarà il Comune che avrà evidenziato un’azione integrata trasversale ad alcune o tutte e cinque le categorie del premio, o il cui unico progetto avrà una forza innovativa e dei risultati verificati sul campo tali da giustificarne la vittoria.
Il premio consiste in un audit dei servizi espletati per l’ottimizzazione di servizi e costi della gestione dei rifiuti, anche in relazione al benchmarking dei costi ed alla Redazione della relazione ex art. 34 comma 20 D.L. 179/2012. Il valore di tale servizio è pari a circa 10.000 euro. In alternativa, se il Comune non ha ancora attivato la tariffazione puntuale, lo studio potrebbe riguardare le migliori e più opportune modalità di implementazione della tariffa puntuale con valutazione del rapporto costi/benefici di vari scenari di implementazione.
La Commissione Giudicatrice del Premio è composta da: Maria Rita Crisci (Sindaca di Montelepre), Massimo Buccilli (A.D. Velux), Leyla Ciagà (Assessore di Bergamo), Tiziana Benassi (Assessore di Parma), Stefano Ciafani (Presidente Legambiente), Alessandra Bonoli (Università di Bologna), Alessio Maurizi (Radio 24), Paolo Pileri (Politecnico di Milano), Eliana Bruschera (Novamont SpA), Michele Munafò (Ispra).

A chi si rivolge

La partecipazione è ammessa a tutti gli enti locali che abbiano avviato politiche (azioni, iniziative, progetti caratterizzati da concretezza ed una verificabile diminuzione dell’impronta ecologica) di sensibilizzazione e di sostegno alle “buone pratiche locali”.  In particolare, si invitano alla partecipazione progetti riguardanti la gestione del territorio, l’impronta ecologica della macchina comunale, i rifiuti, la mobilità sostenibile e nuovi stili di vita.

Come partecipare

Per partecipare al concorso è necessario mandare una scheda riassuntiva dell’iniziativa alla mail info@comunivirtuosi.org (o tramite il servizio on line gratuito WETRANSFER in caso di file pesanti) indicando l’ente locale promotore, la categoria dell’iniziativa, le finalità della stessa, una breve descrizione dell’iniziativa effettuata, i tempi di realizzazione e attuazione, i soggetti coinvolti nella realizzazione e i risultati conseguiti. Il termine ultimo per far pervenire la scheda riassuntiva è il 31 ottobre 2018.
Per ogni sorta di dubbio, è sempre possibile contattare la Segreteria del Premio (tel. 3384309269 – info@comunivirtuosi.org).