L'Italia dei Beni Comuni
Ogni bandierina corrisponde a un gruppo di cittadini che si stanno prendendo cura dei beni comuni. Un'Italia sconosciuta, ma straordinaria.

Agricoltura Sociale e Civica

22 gennaio 2016 | Notizie Notizie

Accanto alle tantissime iniziative nel mondo dell’agricoltura sociale e civica, come orti condivisi, giardini condivisi o semplici cittadini attivi che si spendono per la cura del verde, quest’anno vedremo anche un corso universitario indirizzato verso questo mondo.

Cronache da New York: Citizens Committee for NYC

12 gennaio 2016 | Notizie Notizie

Con la prima newsletter del 2016 inauguriamo una nuova rubrica sulla nostra rivista: “Cronache da New York”. Interviste e reportage, realizzati sul campo dal caporedattore centrale di Labsus Fabrizio Rostelli, nell’ambito di quelli che potremmo definire community goods.
Intervista a Sabine Bernards, program coordinator del Citizens Committee for NYC.

banner-aderisci
  • I patti di collaborazione sono il cuore del Regolamento, lo strumento giuridico che trasforma le capacità nascoste degli abitanti di una città in interventi di cura dei beni comuni che migliorano la vita loro e di tutti gli altri abitanti. Come s’è già visto, il percorso per arrivare concretamente a prendersi cura dei beni comuni si articola in tre passaggi ineludibili, dall’art. 118 ultimo comma della Costituzione al Regolamento e infine ai patti di collaborazione, in una scala che va dal massimo di generalità al massimo di specificità, dal massimo di astrattezza al massimo di concretezza. Ognuno di questi snodi è indispensabile e l’uno rinvia necessariamente all’altro, in una circolarità di relazioni che a sua volta è una delle caratteristiche principali della sussidiarietà. Niente patti senza Regolamento Senza il Regolamento infatti il principio di sussidiarietà avrebbe continuato ad essere inapplicato, […]

Per saperne di più

Fukushima, Concordia e altre macerie. Vita quotidiana, resistenza e gestione del disastro

11 gennaio 2016 | Cultura Recensioni

Con il consenso dell’autore Giovanni Gugg pubblichiamo integralmente la recensione al volume Fukushima, Concordia e altre macerie. Vita quotidiana, resistenza e gestione del disastro, curato da Pietro Saitta. Articolo tratto dal sito “Il lavoro culturale”.

Cittadini, rifugiati, immigrati

9 gennaio 2016 | Società StranItalia

Il dibattito sull’abolizione del reato di immigrazione clandestina riaccende le polemiche sul sistema di accoglienza dei rifugiati e sulla possibilità di poter operare una reale distinzione tra i rifugiati e i cosiddetti “immigrati economici”. Sul tema è intervenuta la  Corte di Giustizia Europea, che il 28 aprile 2011 ha bocciato il reato di clandestinità, che era stato introdotto in Italia con il “pacchetto sicurezza” del 2009. La cronaca non aiuta ad affrontare il tema con lucidità, ma soprattutto con strategie di lungo periodo, capaci di individuare buone pratiche di accoglienza e integrazione.

 

Reggio Calabria, delibera del Consiglio comunale, 13 ottobre 2015, n. 47

23 gennaio 2016 | Diritto Norme Regolamenti comunali

Con la delibera numero 47 del 13 ottobre scorso il Consiglio comunale di Reggio Calabria ha approvato il proprio Regolamento per la cura dei beni comuni. Tale normativa si pone in continuità con il crescente riconoscimento della rilevanza dell’iniziativa diretta delle singole realtà comunali in un ambito dove, usando le medesime parole del Consiglio comunale, “non è ancora intervenuta una normativa nazionale organica volta ad attuare il principio di sussidiarietà di cui all’art. 118 ultimo comma della Costituzione”, secondo uno schema che da tempo viene sostenuto e portato avanti in prima persona da Labsus.


Cantieri

Ancona: Voler bene alle Marche

6 febbraio 2016 | Cantieri Notizie

Ad Ancona presso il Palazzo Raffaello della Regione Marche il prossimo 9 Febbraio, il Convegno Voler bene alle Marche, organizzato dal Centro Servizi per il Volontariato delle Marche, sulla tematica dei beni comuni, dell’economia circolare e del benessere della Comunità. Aprirà il Convegno il Presidente di Labsus, Gregorio Arena