Ostuni: ventitré patti per ventitré orti urbani condivisi

19 dicembre 2017 | Patti di collaborazione Patti e beni comuni

Riqualificare e valorizzare gli orti urbani posti a valle della cinta muraria del centro storico di Ostuni, in provincia di Brindisi: questo l’obiettivo dei Patti di Collaborazione con cui sono stati assegnate ad altrettante associazioni, enti e soggetti privati ventitré aree la cui proprietà è stata acquisita dall’Amministrazione Comunale.

L’intento è quello di salvaguardare un’area di enorme interesse paesaggistico, ambientale e archeologico attraverso la collaborazione con i cittadini prevedendo attività multifunzionali che vanno dalle iniziative didattiche, formative e culturali, alla valorizzazione delle aree archeologiche, sino ad attività agricole incentrate sul biologico. Il percorso che ha portato alla stipula dei Patti di Collaborazione è stato […]

La comunicazione come strumento di inclusione e partecipazione: i patti di Genova e Trento

21 novembre 2017 | Patti di collaborazione Patti e beni comuni

Considerare i cittadini una risorsa, è questo uno dei principi essenziali dei Patti di Collaborazione. Non solo per la capacità di prendersi cura dei luoghi della propria città, dalle aree verdi sino a immobili abbandonati o sottoutilizzati, come raccontano tante esperienze maturate in tutto il nostro Paese.

Ma anche per delineare un nuovo modello di pubblica amministrazione, per esempio, in tema di informazione e comunicazione considerate, ormai, un elemento essenziale e funzionale per il governo locale e lo sviluppo del territorio. Dall’informazione alla partecipazione È questa la chiave di lettura di due Patti di Collaborazione, uno a Genova e l’altro a Trento, […]

Giovani e futuro comune: fare impresa valorizzando i beni comuni in Calabria

12 settembre 2017 | Casi beni comuni Patti e beni comuni

“Puoi arrivare lontano anche senza spostarti” è scritto sul sito del progetto Giovani e Futuro comune, realizzato in Calabria grazie alla determinazione dell’associazione di promozione sociale “Goodwill, la città delle idee”, capofila del progetto che ha partner di rilievo come Fondazione Vodafone, Fondazione con il sud, Giffoni Innovation Hub, e a cui abbiamo partecipato come SIBEC, Scuola Italiana Beni Comuni.

Il progetto ha l’obiettivo ambizioso di sviluppare idee di impresa attraverso la valorizzazione di un bene comune, in quattro tappe: – la formazione, soprattutto attraverso laboratori e incontri con esperti; – la progettazione, per costruire il percorso di valorizzazione del bene comune individuato; – la competizione, con la scelta dei cinque progetti da realizzare; – […]

La Buona Terra: legami di prossimità. Un patto speciale

29 agosto 2017 | Patti di collaborazione

“La Buona Terra: legami di prossimità” è il titolo del Patto di Collaborazione siglato lo scorso 18 luglio dal Comune di Adelfia in provincia di Bari, ActionAid Italia, le donne braccianti del progetto Cambia Terra, diverse associazioni attive sul territorio e le due parrocchie del paese. Il Patto nasce dal progetto denominato “Cambia Terra. Pratiche di resilienza per le donne impiegate in agricoltura nell’area metropolitana di Bari”, ​rivolto alle braccianti con l’obiettivo di contribuire ai processi di inclusione sociale e riduzione delle condizioni di povertà delle donne impiegate in agricoltura nell’area metropolitana di Bari. In allegato il testo del patto

È un Patto che presenta diversi profili innovativi, diverse chiavi di lettura, ampi spazi di sperimentazione per la sua capacità di incrociare le esigenze della comunità e delle istituzioni e trovare, attraverso azioni condivise, risposte inedite a situazioni complesse. La vera forza del Patto risiede nella sua capacità di costruire legami, è certamente questa la […]

Come l’amministrazione condivisa cambia gli enti locali

1 dicembre 2015 | Il punto di Labsus Notizie Regolamento amministrazione condivisa

L’applicazione del principio di sussidiarietà, attraverso il modello dell’amministrazione condivisa, favorisce la creazione di inedite alleanze e reti tra cittadini e istituzioni in quanto entrambi legittimati dalla Costituzione a perseguire l’interesse generale. Attraverso questa chiave di lettura la sussidiarietà orizzontale innesca, quasi naturalmente, innovativi processi relazionali tra tutti quei soggetti considerati non più utenti passivi […]