Verona, delibera del consiglio comunale n. 10 del 2 marzo 2017

31 luglio 2017 | Diritto Norme Regolamenti comunali

Verona

Nella seduta del 2 marzo 2017 il Comune di Verona ha approvato il proprio “regolamento per l’attuazione della sussidiarietà orizzontale mediante interventi di cittadinanza attiva”. Il regolamento – in vigore decorsi 15 giorni dall’esecutività della delibera di approvazione n. 10/2017 – presenta una struttura peculiare: alle disposizioni di carattere generale con cui si apre il testo normativo seguono i tipi di interventi in cui può estrinsecarsi l’attività di amministrazione condivisa dei cittadini attivi.

Il Titolo III è dedicato alle disposizioni definite di carattere procedurale, contenenti tanto le statuizioni relative al contenuto delle “proposte di collaborazione” e dei “patti di sussidiarietà” che le norme relative alla fase gestoria e di controllo dell’attività regolamentata. Successivamente viene introdotto un Titolo rubricato “Laboratorio per la cittadinanza attiva” con 2 articoli dedicati rispettivamente […]

Decreto Legislativo per l’istituzione del Servizio Civile Universale

18 aprile 2017 | Costituzione e leggi statali Diritto Norme

simbolo_unsc

Lo scorso 3 aprile è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, Serie Generale n. 78, il decreto legislativo di riforma del Terzo Settore, destinato ad entrare in vigore il prossimo 18 aprile.

Il testo definitivo sembra aver recepito, almeno in parte, le osservazioni fatte dalla Commissione Affari costituzionali e dagli stakeholders, di cui Labsus aveva già dato conto. In primo luogo viene riconosciuto e potenziato il ruolo degli enti locali, e anche quello delle Regioni: è mantenuta la previsione per cui il Piano triennale e i Piani […]

Decreto legislativo recante la “Istituzione e disciplina del Servizio Civile Universale”

8 gennaio 2017 | Costituzione e leggi statali Diritto Norme

terzosettore

Con lo schema di Decreto Legislativo recante la “Istituzione e disciplina del Servizio Civile Universale” lo scorso 9 novembre il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, il primo decreto legislativo di attuazione della riforma del Terzo Settore, avviata dal governo Renzi lo scorso 13 maggio 2014 e che ha portato all’emanazione dalla Legge 6 giugno 2016, n. 106.

Tale decreto, che si pone in attuazione di quanto stabilito nella legge di riforma del Terzo Settore, con la quale è stata prevista l’emanazione di vari decreti attuativi da adottare entro i 12 mesi successivi all’entrata in vigore della legge, introduce un nuovo impianto di Servizio Civile di carattere Universale (c.d. S.C.U.), in sostituzione del […]

Legge 6 giugno 2016, n. 106

15 novembre 2016 | Costituzione e leggi statali Diritto Norme

riforma-terzo-settore

Fin dagli albori del proprio mandato, il governo Renzi ha inserito nella propria agenda politica il difficoltoso compito di proporre una riforma del Terzo Settore capace, finalmente, di dare un corpo unitario a un settore che invece è stato storicamente oggetto di una normazione frastagliata che ne ha sicuramente intaccato la solidità e l’uniformità.

 

Dalla pubblicazione delle “Linee guida per una Riforma del Terzo Settore” del 13 maggio 2014 il governo ha mostrato immediatamente l’importanza che tale terzo settore, “ma in realtà è il primo”, mostra per il suo peculiare ruolo, che “si colloca tra lo Stato e il mercato[…]che dà forma e sostanza ai principi costituzionali della solidarietà […]

Corte dei Conti, Sicilia, sentenza n. 54/2016

1 ottobre 2016 | Corte dei conti Diritto Giurisprudenza

STADIO

La questione sottoposta alla Corte dei Corti d’appello riguarda la condanna del Sindaco di Messina e di due dirigenti preposti al ruolo di Capo di Gabinetto e di dirigente dell’Ufficio di Gabinetto al risarcimento del danno erariale subito dall’amministrazione messinese per aver erogato una somma pari a € 57.600,00 al fine di organizzare un incontro di calcio tra Juventus e Monaco a Messina senza il raggiungimento di alcun fine istituzionale nonché in assenza della documentazione giustificativa richiesta ex lege.

La sentenza La richiesta del Procuratore Generale di condannare per colpa i soggetti testé indicati al risarcimento del danno erariale conseguente all’esborso effettuato era stata accolta dalla Corte dei Conti con la sentenza n. 1157/2014. Avverso tale sentenza tutti e tre i condannati proponevano appello lamentando apposite doglianze circa l’infondatezza della pretesa risarcitoria, l’assenza di […]

Corte dei Conti, Piemonte, parere n. 171/2015

3 settembre 2016 | Corte dei conti Diritto

7636891282_08d979f549_b

Il Sindaco di Sestriere ha richiesto alla Corte dei Conti sezione Piemonte un parere circa la qualificazione giuridica delle spese degli enti locali riguardanti la promozione di attività aventi benefici turistici sul territorio locale; nello specifico tali spese riguarderebbero l’impegno economico necessario per ospitare una tappa della prossima coppa del mondo di sci e una del tour de France.

La sentenza Il quesito verte sull’ascrivibilità delle attività di promozione turistica locale nell’alveo delle manifestazioni indicate dall’art. 6 comma 6 del d.l. n. 780/2010, poi convertito in legge n. 122/2010, che limita l’impegno economico per relazioni pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e di rappresentanza ad un massimo del 20% rispetto alla spesa sostenuta nell’anno 2009 per […]

Pescara, delibera del consiglio comunale n. 39 del 31 marzo 2016

15 giugno 2016 | Diritto Norme Regolamenti comunali

Ponte_del_mare,_Italy,_Pescara

Con la delibera n. 39/2016 il consiglio comunale di Pescara ha approvato con larga maggioranza il regolamento di amministrazione condivisa volto a regolamentare le attività di cura e rigenerazione cittadina in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Dal punto di vista strutturale, il Regolamento riprende la classificazione e l’elencazione espresse dal regolamento bolognese, di cui condivide interamente i principi e i concetti attuativi della sussidiarietà orizzontale (o più precisamente circolare). Specificatamente il testo di Pescara si presenta più snello dell’archetipo originario, con una riduzione degli originari 36 articoli in 31. I 5 […]

San Donato Milanese, delibera di Consiglio comunale 4 giugno 2015, n. 20

16 aprile 2016 | Diritto Norme Regolamenti comunali Regolamento amministrazione condivisa

S. Donato Milanese

Il Comune di San Donato Milanese si aggiunge alle altre realtà comunali che hanno preso consapevolezza della forza innovatrice dell’amministrazione condivisa attuando il proprio regolamento per l’amministrazione dei beni comuni.

 

Un regolamento condiviso tanto nella sua tematica che nel suo iter formativo, essendo stato raggiunto attraverso un pieno consenso in Consiglio comunale e con le più alte aspettative circa la sua effettiva efficacia innovativa. Dal punto di vista contenutistico, il Regolamento riprende ovviamente l’impostazione proposta dall’originario testo di Bologna, adottato nel lontano 2014, mutandone però […]

Reggio Calabria, delibera del Consiglio comunale, 13 ottobre 2015, n. 47

23 gennaio 2016 | Diritto Norme Regolamenti comunali

220px-Reggio_calabria_duomo

Con la delibera numero 47 del 13 ottobre scorso il Consiglio comunale di Reggio Calabria ha approvato il proprio Regolamento per la cura dei beni comuni. Tale normativa si pone in continuità con il crescente riconoscimento della rilevanza dell’iniziativa diretta delle singole realtà comunali in un ambito dove, usando le medesime parole del Consiglio comunale, “non è ancora intervenuta una normativa nazionale organica volta ad attuare il principio di sussidiarietà di cui all’art. 118 ultimo comma della Costituzione”, secondo uno schema che da tempo viene sostenuto e portato avanti in prima persona da Labsus.

Analizzando il testo promulgato dal Consiglio comunale calabrese in raffronto con il Regolamento di Bologna, “padre” di tutte le regolamentazioni comunali successive, si può notare come venga mantenuta la specifica intelaiatura disegnata dal regolamento bolognese, aggiungendovi precise disposizioni rispecchianti le peculiari necessità locali: ai canonici 36 articoli del primo regolamento, ripresi pedissequamente, ve ne sono […]

Consiglio di Stato, sez. VI, 22 settembre 2014, n. 4775

10 gennaio 2016 | Consiglio di stato e CGA Regione Sicilia Diritto Giurisprudenza

LOGO EOLICO EEHSA

Con tale pronuncia il Consiglio di Stato allarga le maglie della legittimazione a ricorrere in capo ad enti esponenziali sulla base di un’accezione di legittimazione ad agire ampia, non limitabile al solo criterio territoriale in settori di interesse generale quale quello ambientale e corroborata dalle convenzioni internazionali del settore.

La sentenza Con tale pronuncia il giudice amministrativo ha riconosciuto la legittimità del ricorso presentato da un soggetto straniero circa l’annullamento di un provvedimento amministrativo interno. In particolare si trattava di un provvedimento di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) emesso dalla Giunta provinciale di Bolzano per la costruzione di un parco eolico al ridosso del […]