Pistoia, al via il patto di collaborazione con il Comitato di quartiere Bonelle

10 aprile 2017 | Patti e beni comuni Rapporti sociali

pistoia

È stato firmato a Pistoia il primo patto di collaborazione nell’ambito del Regolamento sull’amministrazione condivisa: il patto stipulato tra il Comune e il Comitato di quartiere Bonelle prevede la fruizione di una stanza presso lo spazio incontri “L’Argine” al fine di poter destinare la stessa ad attività di interesse per la collettività. L’utilizzo dello spazio è a titolo gratuito.

È stato firmato l’11 febbraio a Pistoia il primo patto di collaborazione nell’ambito del Regolamento sull’amministrazione condivisa (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n° 158 del 7/11/2016). Soggetti dell’accordo sono l’Amministrazione ed il Comitato di quartiere Bonelle: quest’ultimo potrà usufruire di una stanza all’interno dello spazio incontri “L’Argine” per iniziative di interesse sociale, attività ricreative […]

Il filo verde dell’accoglienza: a Terni un parco per l’integrazione sociale

8 febbraio 2016 | Casi beni comuni Integrazione Rapporti sociali Sviluppo della persona Vivibilità urbana

parco_1

Terni. Ci troviamo in via del Centenario, una lunga via tra i quartieri periferici di Borgo Rivo e Campitelli, dove si trova il Parco Anallergico, un’area pubblica realizzata grazie al contributo della Onlus “Bruna Vecchietti” e che ha visto coinvolti nella progettazione gli studenti di alcune scuole secondarie di primo grado.

Un cosiddetto urban common che, per la sua collocazione e dimensione, ben si presterebbe alla realizzazione di molteplici progetti in grado di coinvolgere tutti gli abitanti e le diverse associazioni che da anni animano il territorio. Un progetto per la multiculturalità In questo scenario collettivo, come in molte altre città italiane, si inserisce l’attuale tematica […]

A Genzano di Roma i cittadini danno vita a un parco pubblico

22 gennaio 2016 | Ambiente Casi beni comuni Famiglia Rapporti sociali Risorse pubbliche Vivibilità urbana

AN00036518_001_l

A ridosso della splendida via dell’Appia Antica, il quartiere di Montecagnoletto di Genzano di Roma, con un passato di quartiere dormitorio, da un anno e mezzo circa si è trasformato completamente: e questo grazie ai volontari del Comitato civico che hanno preso in gestione un’area in disuso del Comune per trasformarla in un parco pubblico, oggi luogo di ritrovo e spazio di aggregazione per tutti.

A partire dalla primavera del 2014, il Comitato civico Montecagnoletto di Genzano di Roma si adopera per l’apertura, la cura e la manutenzione ordinaria di un parco pubblico nel cuore del quartiere, a via Segantini. Quella che prima era un’area in disuso del Comune diventa così uno spazio verde e soprattutto un centro di aggregazione […]

I muri di Via Petroni (BO) ridipinti dai cittadini

10 gennaio 2016 | Casi beni comuni Rapporti con le istituzioni Rapporti sociali Vivibilità urbana

Gottardo_immagine2

Via Petroni a Bologna è spesso oggetto di scritte e graffiti che ne imbrattano i muri: i residenti non si arrendono e decidono di ridipingere regolarmente da sé i muri imbrattati di scritte. Le obiezioni dell’amministrazione sulla tonalità di colore utilizzata non scuote la rete di cittadini solidali al comitato di quartiere, i quali al contrario scendono in strada sempre più numerosi.

Godono di un gran sostegno questi intraprendenti cittadini che, armati di pennelli e colore, trascorrono le domeniche mattina a ridipingere i muri del loro quartiere tra l’approvazione e la solidarietà dei passanti. L’iniziativa “Ridipingiamo i muri di Via Petroni” si svolge regolarmente da due anni e vede progressivamente aumentare il numero dei partecipanti che vogliono […]

Casa Bossi, un cantiere di bellezza a Novara

5 settembre 2015 | Beni e attività culturali Casi beni comuni Rapporti sociali

Layout 1 (Page 1)

Casa Bossi costituisce una delle più interessanti e originali operazioni di rigenerazione di un edificio storico da parte di un gruppo di cittadini attivi: il Comitato d’amore per Casa Bossi. Il Comitato, nato nel 2010, costituisce a sua volta un esempio di mobilitazione civica per un bene comune, un “monumento assoluto” che più di ogni altro ha caratterizzato l’immagine urbana di Novara, con il suo stile ottocentesco neoclassico.

Gli ampi spazi e la suggestiva ubicazione hanno reso la Casa un “teatro” naturale di manifestazioni e attività di diversa natura, che legano strettamente la storia del monumento al tessuto sociale cittadino. Casa Bossi, frutto della genialità architettonica di Alessandro Antonelli, rappresenta il cuore della Novara di oggi quanto di quella d’altri tempi: di fronte, […]

Siena e le Contrade: una città in condivisione

25 agosto 2015 | Ambiente Beni e attività culturali Casi beni comuni Rapporti sociali Vivibilità urbana

siena

Il comune di Siena dà in concessione ai cittadini appartenenti alle 17 Contrade della città zone verdi ed edifici storici. I cittadini organizzati nelle Contrade si occupano della pulizia e del mantenimento delle aree urbane pubbliche.

Molti centri urbani italiani si trovano a combattere contro il degrado urbano: ciò non sembra però riguardare la deliziosa città toscana di Siena. Questa realtà cittadina si muove 365 giorni all’anno intorno alla vita attiva delle Contrade, che sono enti senza fine di lucro, istituzioni democraticamente elette, considerate legalmente persone giuridiche, e dividono storicamente la […]

Rione Pelizza a Pavia: gli attori locali insieme per la rigenerazione urbana

28 luglio 2015 | Casi beni comuni Rapporti sociali Risorse pubbliche Vivibilità urbana

pelizza (1)

Il rione Pelizza si trova in una zona della periferia ovest della città di Pavia. Qui, nel corso dell’ultimo anno, cittadini, amministrazione e una cooperativa sociale locale hanno dato vita ad un intervento volto a sviluppare il quartiere attraverso l’implicazione diretta degli attori locali.
“Qualcosa di Nuovo sul fronte Occidentale” è il nome del progetto in cui sono confluite diverse azioni di rigenerazione urbana, tutte realizzate mediante processi di progettazione partecipata. In questi percorsi, la partecipazione pubblica è stata costruita giorno dopo giorno, come esito di azioni condotte in maniera mirata sul territorio.

In una di queste iniziative, la rigenerazione del parco Martinetti, i cittadini hanno preso parte ad un processo di riqualificazione di uno spazio pubblico, mostrando come la partecipazione, se ancorata ad una domanda del territorio, possa essere un canale privilegiato per promuovere sviluppo locale. Il rione Pelizza di Pavia, situato in una zona periferica della […]

Piazza Verdi a Bologna: imparare lavorando

29 giugno 2015 | Casi beni comuni Integrazione Rapporti sociali Sviluppo della persona Vivibilità urbana

P.zza Verdi

Nella zona universitaria della città di Bologna il degrado sta prendendo il sopravvento. Per prevenire e limitare ciò i cittadini, le fasce sociali deboli e le associazioni condividono insieme un progetto: permettere una riorganizzazione dell’esistenza attraverso il lavoro. Il comitato “Piazza Verdi” ricorda che vivere da cittadini è un’opportunità concreta.

Il comitato “Piazza Verdi” basa le proprie attività su iniziative di rigenerazione urbana, operando per garantire manutenzione e cura, laddove necessario. Per risolvere le emergenze insidiatesi nell’area interessata il comitato si pone come obiettivo anche quello di riportare la città a riconsiderare il valore della coesione sociale. Superare l’individualismo operando per la riqualificazione urbana è […]

A Foglizzo (TO) le strade della sussidiarietà uniscono cittadini e amministrazione

15 giugno 2015 | Casi beni comuni Rapporti sociali Risorse pubbliche Vivibilità urbana

20141108_110345

Nell’attuale momento storico, le amministrazioni comunali sono poste dinnanzi alla necessità di trattare le istanze della cittadinanza entro un quadro di crescente erosione delle risorse economiche a disposizione. Alla luce di tali cambiamenti, sembrerebbe che il modello della spesa pubblica non sia più in grado di far fronte in maniera autonoma alle diversificate e potenzialmente crescenti esigenze del territorio. Si pone così l’esigenza di costruire percorsi differenti, ripensando i ruoli di amministrazioni e cittadini nonché le reciproche responsabilità.

L’applicazione del principio di sussidiarietà pone le basi per tale ripensamento, favorendo l’individuazione di nuove risorse per la gestione dei beni comuni entro la relazione tra cittadini e amministrazioni. Quanto avvenuto a Foglizzo, una cittadina piemontese situata tra Torino e Ivrea, è un esempio emblematico di quanto si sta sostenendo. Da un anno a questa […]

Catania, i Briganti del rugby di Librino

7 aprile 2015 | Casi beni comuni Infrastrutture Legalità Rapporti sociali

campo-san-teodoro

Da quasi tre anni il quartiere popolare di Librino ospita l’esperienza del “Campo San Teodoro Liberato”, occupato dall’organizzazione sportiva de “I Briganti” e dal Centro Sociale “Iqbal Masih”. Il Comitato San Teodoro, nato in seguito all’occupazione, organizza attività di vario tipo destinate ai cittadini e offre un luogo di sviluppo e crescita ai numerosi giovani, all’interno di un quartiere noto per il degrado e il forte radicamento della criminalità organizzata.

Il 25 aprile del 2012, due delle associazioni più attive all’interno del quartiere etneo di Librino – l’organizzazione rugbistica “I Briganti” e il centro “Iqbal Masih” – hanno occupato e reso accessibile all’intera cittadinanza il campo San Teodoro: una struttura di proprietà comunale all’interno del quartiere popolare, tristemente noto per il disagio sociale e la […]