Ragusa, un patto di collaborazione per la rigenerazione di Palazzo Zacco

2 maggio 2017 | Patti di collaborazione Patti e beni comuni Vivibilità urbana

palazzozacco

A Ragusa è stato avviato un patto di collaborazione con l’associazione culturale Aurea Phoenix con l’obiettivo di promuovere la cultura e la tradizione del territorio ibleo attraverso la rigenerazione di Palazzo Zacco, storico edificio della città.

Palazzo Zacco è parte del patrimonio artistico del Comune di Ragusa, nella costa sud-orientale della Sicilia. L’edificio rappresenta da sempre un prezioso esempio di arte barocca che caratterizza anche molti altri monumenti della città. Nell’ultimo anno esso ha rivestito ancora più importanza da quando è diventato oggetto della cura e promozione dell’associazione culturale Aurea Phoenix. […]

Il Mulino Scodellino di Castel Bolognese come esempio di riqualificazione innovativa

5 dicembre 2016 | Casi beni comuni Vivibilità urbana

MULINO_SCODELLINO

L’antico molino di Scodellino a Castel Bolognese, struttura storica risalente alla fine del Trecento, giaceva in stato di abbandono fino a quando, nel 2009, un gruppo di cittadini del Comune si è riunito nell’associazione Amici del mulino Scodellino ponendosi il compito di preservare il rudere. Ne è nato un esperimento gestionale di collaborazione tra la formazione cittadina e il comune che ha permesso non solo la conservazione dell’immobile ma anche la promozione di eventi e iniziative culturali.

Il molino Scodellino del comune di Castel Bolognese (Ravenna) è l’ultimo esemplare delle costruzioni in mattoni che furono costruiti sul finire del quattordicesimo secolo lungo il corso del cosiddetto “canale dei molini”. Usato dai mugnai locali per secoli, il molino fu comunque custodito e abitato fino a 25 anni fa. Negli anni successivi la struttura […]

Faber city, la cooperativa di comunità di Alberobello

30 maggio 2016 | Patti e beni comuni Vivibilità urbana

alberobello

Faber City è la cooperativa di comunità di Alberobello, una cooperativa che vuole intercettare i bisogni dei cittadini e, di conseguenza, concepire risposte efficienti ed innovative rispetto a quelle attuate dagli attori tradizionali sia pubblici che privati. Le cooperative di comunità sono state regolamentate per la prima volta dalla legge regionale n. 23 del  20 […]

Il filo verde dell’accoglienza: a Terni un parco per l’integrazione sociale

8 febbraio 2016 | Casi beni comuni Integrazione Rapporti sociali Sviluppo della persona Vivibilità urbana

parco_1

Terni. Ci troviamo in via del Centenario, una lunga via tra i quartieri periferici di Borgo Rivo e Campitelli, dove si trova il Parco Anallergico, un’area pubblica realizzata grazie al contributo della Onlus “Bruna Vecchietti” e che ha visto coinvolti nella progettazione gli studenti di alcune scuole secondarie di primo grado.

Un cosiddetto urban common che, per la sua collocazione e dimensione, ben si presterebbe alla realizzazione di molteplici progetti in grado di coinvolgere tutti gli abitanti e le diverse associazioni che da anni animano il territorio. Un progetto per la multiculturalità In questo scenario collettivo, come in molte altre città italiane, si inserisce l’attuale tematica […]

A Genzano di Roma i cittadini danno vita a un parco pubblico

| Ambiente Casi beni comuni Vivibilità urbana

IMG_1695

A ridosso della splendida via dell’Appia Antica, il quartiere di Montecagnoletto a Genzano di Roma, con un passato di quartiere dormitorio, da un anno e mezzo circa si è trasformato completamente e questo grazie ai volontari del Comitato civico, che hanno preso in gestione un’area in disuso del comune per trasformarla in un parco pubblico, oggi luogo di ritrovo e spazio di aggregazione per tutti.

A partire dalla primavera del 2014, il Comitato civico Montecagnoletto di Genzano di Roma si adopera per l’apertura, la cura e la manutenzione ordinaria di un parco pubblico nel cuore del quartiere, a via Segantini. Quella che prima era un’area in disuso del Comune diventa così uno spazio verde e soprattutto un centro di aggregazione […]

A Genzano di Roma i cittadini danno vita a un parco pubblico

22 gennaio 2016 | Ambiente Casi beni comuni Famiglia Rapporti sociali Risorse pubbliche Vivibilità urbana

AN00036518_001_l

A ridosso della splendida via dell’Appia Antica, il quartiere di Montecagnoletto di Genzano di Roma, con un passato di quartiere dormitorio, da un anno e mezzo circa si è trasformato completamente: e questo grazie ai volontari del Comitato civico che hanno preso in gestione un’area in disuso del Comune per trasformarla in un parco pubblico, oggi luogo di ritrovo e spazio di aggregazione per tutti.

A partire dalla primavera del 2014, il Comitato civico Montecagnoletto di Genzano di Roma si adopera per l’apertura, la cura e la manutenzione ordinaria di un parco pubblico nel cuore del quartiere, a via Segantini. Quella che prima era un’area in disuso del Comune diventa così uno spazio verde e soprattutto un centro di aggregazione […]

I muri di Via Petroni (BO) ridipinti dai cittadini

10 gennaio 2016 | Casi beni comuni Rapporti con le istituzioni Rapporti sociali Vivibilità urbana

Gottardo_immagine2

Via Petroni a Bologna è spesso oggetto di scritte e graffiti che ne imbrattano i muri: i residenti non si arrendono e decidono di ridipingere regolarmente da sé i muri imbrattati di scritte. Le obiezioni dell’amministrazione sulla tonalità di colore utilizzata non scuote la rete di cittadini solidali al comitato di quartiere, i quali al contrario scendono in strada sempre più numerosi.

Godono di un gran sostegno questi intraprendenti cittadini che, armati di pennelli e colore, trascorrono le domeniche mattina a ridipingere i muri del loro quartiere tra l’approvazione e la solidarietà dei passanti. L’iniziativa “Ridipingiamo i muri di Via Petroni” si svolge regolarmente da due anni e vede progressivamente aumentare il numero dei partecipanti che vogliono […]

Sapri condivisa

30 novembre 2015 | Beni e attività culturali Casi beni comuni Infrastrutture Rapporti con le istituzioni Vivibilità urbana

11907148_936181843085444_1186399475236299681_o

A Sapri (SA) da cinque anni, una rete di soggetti e associazioni locali ed extralocali sperimenta pratiche di rigenerazione urbana dal basso attraverso un approccio interdisciplinare, partecipato e orizzontale, puntando alla ricerca/azione sul riuso degli spazi pubblici abbandonati, degradati, marginali e non utilizzati, tentando di dare risposta agli usi, temporanei e non, (auto)costruendo ambienti comuni, spazi dove ritrovarsi e relazionarsi.

Gli abitanti di Sapri (locali e anche temporanei), protagonisti attivi della cura degli spazi e dei luoghi, sono supportati dalla piattaforma di rigenerazione urbana dal basso “Recollocal“, un network interdisciplinare che fa ricerca/azione sul tema, e da altre reti di collaborazione. Il progetto nasce dal bisogno di trasformare la vita, il tempo e gli orizzonti […]

A Roma, nello storico quartiere di Trastevere, si riparte dal verde

1 novembre 2015 | Ambiente Casi beni comuni Rapporti con le istituzioni Vivibilità urbana

Copia di IMG_1425

Roma dà prova di avere i suoi “anticorpi” proprio a partire dai cittadini attivi. Con il progetto “Ripartiamo col verde”, l‘associazione di cittadini “Trastevere Attiva” inizia un percorso di dialogo e collaborazione con le istituzioni della città per la riqualificazione e valorizzazione degli spazi urbani. L’intervento, che ha come oggetto le due storiche vie di Trastevere via Dandolo e via Garibaldi, verrà replicato coinvolgendo altre strade e anche altri quartieri: in particolare, hanno aderito alla rete “Quartieri Attivi” di Roma le associazioni “Portuense Attiva” e “Monteverde Attiva”, che sono in stretto dialogo e collaborano attivamente con l’associazione di Trastevere.

A fronte di uno storico degrado, “Trastevere Attiva” ha pensato di iniziare a riqualificare via Dandolo e via Garibaldi, coinvolgendo direttamente i cittadini residenti. Dalla parole del presidente dell’associazione, emerge come sia proprio nel Dna dei residenti la volontà di agire, per eliminare drasticamente l’incuria che li circonda, armati di buona volontà e di fiducia […]

Lentate sul Seveso (MB): gli immobili sfitti si trasformano in risorse grazie alla collaborazione tra amministrazione e cittadini

5 ottobre 2015 | Casi beni comuni Infrastrutture Rapporti con le istituzioni Risorse pubbliche Vivibilità urbana

Copreno 2

La necessità di valorizzare il patrimonio immobiliare e quella di contrastare il consumo del suolo provocato dall’edilizia incontrollata sono le premesse che hanno dato vita all’iniziativa di riuso a Lentate sul Seveso. In un’unica iniziativa nata da un’idea dell’amministrazione comunale e sviluppata grazie alla particolare attenzione rivolta alla domanda del territorio.

Nel comune brianzolo l’amministrazione locale, da poco insediata, si propone di implementare, tra le altre, politiche di “consumo del suolo 0” e valorizzazione del territorio. Viene così elaborata e proposta un’iniziativa che prevede la diretta partecipazione della cittadinanza: un’azione di valorizzazione e riuso degli immobili sfitti presenti sul territorio. Il progetto permette lo sviluppo sul […]