Un contributo alla creazione di un rapporto di vicinanza per sviluppare il senso di cittadinanza attiva e di collaborazione fra il primo municipio di Roma e i cittadini
Risorse pubbliche

La Casa della Città

Promuovere e dare un luogo di inconro alla cittadinanza attiva.

L'esperienza non è unica in Italia, ma apre la riflessione tra sussidiarietà e partecipazione alle politiche e alle scelte urbanistiche della città in cui viviamo.

La Casa della Città del I Municipio di Roma è nata da una chiara esigenza espressa dai cittadini del centro storico che partecipano al Laboratorio sulle scelte urbanistiche del I Municipio: creare un punto di raccordo, anche fisico, tra le politiche di gestione urbanistica del territorio municipale e comunale da una parte e le istanze dei cittadini del I Municipio dall’altra.
Per promuovere e sviluppare forme partecipative legate al miglioramento della qualità e della vita urbane, allo sviluppo di politiche e progetti adeguati, alla promozione della cittadinanza attiva, la "costruzione" della Casa della Città è avvenuta su sollecitazione e in collaborazione con il Laboratorio sulle scelte urbanistiche nel I Municipio e il Dau, Dipartimento di architettura e urbanistica per l’ingegneria dell’Università "Sapienza” di Roma, mediante un progetto presentato nel 24 su fondi del programma QCS.

La Casa della Città municipale è prevista dal Regolamento sulla partecipazione del Comune di Roma e risponde ai seguenti obiettivi:

  • informazione e documentazione sulle politiche e iniziative urbanistiche;
  • primo luogo di discussione su tali temi;
  • luogo di raccolta delle sollecitazioni dei cittadini;
  • sviluppo della partecipazione dei cittadini alla vita del I Municipio nei suoi diversi aspetti e al sentimento di co-appartenenza.
Le molteplici funzioni della Casa della Città vogliono contribuire alla creazione di un rapporto di vicinanza e collaborazione fra l’istituzione municipale e i cittadini.


Lascia un commento