A Mercato San Severino, poco distante dai cassonetti bruciati, la spazzatura non è emergenza. In Campania migliaia di tonnellate riciclabili buttate via ogni giorno. Con una eccezione.
Ambiente

Più ricicli e più risparmi

Far partecipare i cittadini: aumentare la raccolta differenziata.

Con il nuovo sistema di raccolta in vigore dal 1 ° maggio 2006 è possibile ridurre la spesa di ogni contribuente: aumentando la raccolta differenziata, diminuendo la quantità di rifiuti da smaltire, favorendo la vivibilità dell'ambiente in cui si vive. Ma non senza l'iniziativa attiva dei cittadini!
Ecco un caso di sussidiarietà "ripetibile" in tutti i comuni d'Italia.

Ma cosa sono: marziani? C'è chi davvero vorrebbe poter dipingere gli abitanti di Mercato San Severino come extraterrestri di pelle verde con le antenne. Perché quel paesotto a una manciata di chilometri dai cassonetti bruciati e dalle montagne di immondizia nauseabonda dimostra che no, la «tragica emergenza » denunciata anche dal capo dello Stato non è affatto un destino ineluttabile della napoletanità . Basti dire che per le strade non c’è un solo cassonetto e la raccolta differenziata è al 6% contro lo ,4% della vicina Sarno.

E’ tutto lì, il problema.

Nel capire come mai due cittadine geograficamente vicine siano cosìdrammaticamente distanti. Una è in provincia di Salerno, l'altra anche. Una si picca di avere origini normanne, l'altra anche. Una è governata dal centrodestra, l'altra anche. Eppure, stando ai rapporti di Legambiente del 26, una è 125 volte più virtuosa. Perché? Questione di scelte, spiega Giovanni Romano, docente universitario di storia e geografia, sindaco di Mercato San Severino negli anni della svolta e oggi (non potendo più essere rieletto) vicesindaco sempre più attivo «Il primo passo è stata la rimozione di tutti i cassonetti: da quel momento ognuno si tiene la propria immondizia in casa.

Un caso di sussidiarietà ripetibile in ogni Comune

L'amministrazione ha "convocato" i cittadini in un'azione si sussidiarietà : il bene comune "ambiente" in cui gli abitanti vivono è patrimonio di tutti. I cittadini lo hanno capito e, con il vantaggio di pagare di meno la tariffa per i rifiuti, sono diventati i più virtuosi d'Italia, con un'azione quotidiana collegata alla raccolta differenziata e domiciliare.

www.corrieredellasera.it

www.cittadinanzattiva.it



Lascia un commento