A Savona i pensionati delle Associazioni d'arma sono al servizio della comunità .
Sicurezza

In azione i nonni civici

A Savona si attivano i pensionati delle Associazioni d'arma

thumbnail_25217A Savona sono entrati in azione i nonni civici. Sono ex carabinieri, poliziotti, finanzieri, alpini che hanno un obbiettivo: dare una mano vigilando davanti alle scuole o nei parchi cittadini, impedire con la loro presenza raid teppistici, danneggiamenti, furti che si ripetono purtroppo di frequente in città e non risparmiano alcun quartiere, collaborare con le forze dell ' ordine.

Il progetto nasce sotto l’egida della Conferenza permanente dei presidenti delle Associazioni d’Arma, combattentistiche e patriottiche della provincia di Savona, si tratta di un servizio di volontariato civico direttamente gestito dal Comune e affidato a persone comunque esperte che hanno prestato per anni servizio nelle forze dell’ordine e ora, arrivati alla pensione, vogliono ancora rendersi utili e sanno di esserne in grado.

La Conferenza si occupa del reclutamento dei nonni civici (per aderire occorre essere iscritti ad una delle associazioni della Conferenza), ma anche fornisce loro giubbotti e tesserini di riconoscimento con il logo della Conferenza.

Le opportunità non mancano: i nonni civici si propongono di vigilare l’ingresso e l’uscita dei bambini dalle scuole elementari, aiutarli ad attraversare la strada, accertarsi che non ci siano malintenzionati nelle vicinanze.

E le istituzioni? Il Comune dopo varie sollecitazioni ha appoggiato l’iniziativa: i nonni civici collaborano con i vigili urbani e le forze dell’ordine.

Il servizio è attivo solo da un mese, ma già si registrano i commenti positivi dei genitori dei bambini.

In allegato la scheda dettagliata del caso



ALLEGATI (1):

Lascia un commento