L'iniziativa valorizza la dimensione di auto-aiuto tra le famiglie
Famiglia

Le mamme accoglienti

La regione Liguria appoggia esperienze di sussidiarietà per l'infanzia

Asilo-nido-a-casa-propria-risorsa-utile-per-mamme-e-bambini_foto_blogpostOgni anno in Liguria erano molti i bambini che affollavano le liste d ' attesa degli asili nido, o erano esclusi per mancanza dei requisiti di età , creando molte difficoltà ai genitori che, dovendo lavorare, non sapevano dove lasciare i propri figli.

Da quest’anno è partito il progetto “mamma accogliente”, un nuovo servizio messo a punto dalla regione Liguria per soddisfare appunto le esigenze della prima infanzia.

Una mamma accoglie in casa sua bambini, fino ad un massimo di tre, di età compresa tra i tre mesi ed i tre anni, cioè rivolto a bambini ancora troppo piccoli per la scuola materna. In cambio, riceverà dalla regione un rimborso di 1. euro annui. Ovviamente i distretti socio-sanitari garantiranno il rispetto degli standard di sicurezza e igiene degli spazi messi a disposizione dalla mamma, nonché la formazione per la donna che si appresta ad avviare il servizio.

In questo modo si valorizza la dimensione di auto-aiuto tra le famiglie, ma si realizza anche quel principio di sussidiarietà che vede gli enti pubblici e il privato sociale lavorare insieme per garantire servizi ai cittadini.

In allegato la scheda dettagliata del caso. La regione Liguria ha recentemente supportato una nuova iniziativa legata all’infanzia, creando la figura dell’educatrice domiciliare e familiare.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento