Un applicazione del principio di sussidiarietà nelle piccole scelte quotidiane
Sostenibilità

Progetto ” CAmbieReSti? ”

Consumi, ambiente, risparmio energetico e stili di vita

Ecco un bell'esperimento di applicazione del principio di sussidiarietà nelle piccole scelte quotidiane, quella per cui con un comportamento di tutti i giorni si contribuisce a tutelare l'interesse generale e, quindi, i beni comuni. Nel caso del progetto “CAmbieReSti?” si tratta di tutelare un bene comune su tutti: l'ambiente. Ma anche tanti altri meta-beni comuni come la famiglia, la giustizia sociale, lo sviluppo e la cultura locale, l'integrazione e la convivenza sociale.

Per sei mesi una decina di associazioni e trenta famiglie proveranno a mettere in discussione il modello di società dei consumi attraverso la sperimentazione di stili di vita sostenibili, con un percorso di conoscenza e risparmio delle risorse locali, all’insegna della sobrietà.

Le iscrizioni al progetto saranno aperte dal 15 novembre al 15 dicembre. Il progetto prevede un percorso guidato per trenta famiglie urbinati disposte a modificare il proprio stile di vita con tanti piccoli accorgimenti nella dimensione quotidiana: si imparerà a risparmiare acqua ed energia, consumare prodotti locali, biologici e del commercio equo, ridurre i rifiuti domestici, recuperare saperi e usi tradizionali, fare la spesa collettiva attraverso gruppi d’acquisto e tanto altro.

Scopo del progetto
Guidare per 6 mesi 3 nuclei familiari alla sperimentazione di stili di vita e consumo sostenibili. I nuclei aderenti avranno l’occasione di sperimentare un nuovo stile di vita e cioè scelte di comportamento e di consumo che promuovano al tempo stesso il benessere personale, il rispetto dell’ambiente e la giustizia verso i popoli del sud del mondo. Attraverso il monitoraggio dei cambiamenti nei consumi e nello stile di vita delle famiglie, alla fine del semestre, si cercherà di dimostrare com’è possibile risparmiare sulle bollette e sulla spesa, mangiando cibi più sani e rispettando l’ambiente e il sociale.

Chi può partecipare
3 nuclei familiari (di qualsiasi tipo) che hanno voglia di aderire al progetto: le adesioni sono aperte a tutti quanti abbiano residenza o domicilio nel comune di Urbino.
Saranno ammesse al progetto le prime 3 domande presentate.

Durata
Sei mesi, da gennaio a giugno 29.

Modalità di iscrizione
Le iscrizioni sono aperte dal 15 novembre al 15 dicembre 28. Per iscriversi è necessario ritirare o scaricare l’apposito modulo disponibile presso:
· l’assessorato attività produttive, via san Domenico, 1 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9. alle 13.)
· la sede dell’associazione Cittadinanzattiva, via Gramsci, 29 – Urbino (il martedì dalle ore 1, alle 12,)
· il CEA – Centro educazione ambientale, via fratelli Rosselli, 1 (da martedì a sabato dalle ore 15.3 alle 19.3 e martedì e giovedì dalle ore 9. alle 13.)
· la Bottega del commercio equo e solidale (da lunedì a sabato dalle ore 1, alle 13, e dalle ore 16,3 alle 19,3)
· il sito www.comune.urbino.pu.it nella sezione Informazione servizi.

Termine
Il modulo di iscrizione deve pervenire entro e non oltre il termine del 15 dicembre 28 a: comune di Urbino, Ufficio protocollo, via Puccinotti, 3 – 6129 Urbino (PU) specificando sul retro della busta la dicitura: “Progetto CAmbieReSti?”.

Funzionamento
Perché la sperimentazione funzioni, ogni nucleo familiare dovrà:

  • impegnarsi, al momento dell’iscrizione, a percorrere la strada del cambiamento sia nella vita privata sia partecipando alle attività collettive;
  • leggere i contatori di acqua, luce e gas e fornire al tutor i dati raccolti ogni due mesi, con modalità da definire;
  • rispondere a dei questionari sui propri stili di vita all’inizio e alla fine della sperimentazione.

L’attività dei nuclei familiari sarà gestita tramite incontri mensili seguiti da un tutor, che fungerà da coordinatore. Ad ogni nucleo familiare coinvolto sarà fornita una guida contenente informazioni e consigli utili per modificare i propri consumi e comportamenti.

Tutti le famiglie aderenti avranno:

  • accesso agevolato ad informazioni su: consumo responsabile, possibilità di risparmio energetico, riduzione dei rifiuti ed opportunità di finanziamento esistenti a livello locale e nazionale;
  • accesso a occasioni di formazione e scambio, supporto al cambiamento e al monitoraggio dei cambiamenti effettuati, assistenza costante attraverso il contatto telefonico e personale con i responsabili del progetto;
  • incentivi materiali al cambiamento, nella forma di beni e servizi che verranno distribuiti alle famiglie partecipanti nelle varie fasi della sperimentazione.


Conclusione
Alla fine della sperimentazione verrà organizzata un’iniziativa in cui verranno premiate le famiglie aderenti all’iniziativa e presentati al pubblico i risultati ottenuti dal progetto.

Per maggiori informazioni
Il modulo d’iscrizione al progetto è disponibile qui.
E’ possibile contattare il responsabile del progetto, Jacopo Cherchi, e-mail: cambieresti@yahoo.it, tel: 348 3135177; o informarsi presso l’Ufficio attività produttive del comune di Urbino, via S. Domenico, 1, tel: 722 39282.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento