L'accordo politico internazionale non menziona la consultazione popolare tra le procedure da seguire per l'ampliamento della base militare in zona Dal Molin
Consiglio di stato e CGA Regione Sicilia

Cons. St., Sez. IV, ord., 26 agosto 2008, n. 4438

Il carattere politico delle autorizzazioni del governo italiano

àˆ annullata l ' ordinanza impugnata di primo grado in ragione del fatto che la questione relativa all ' ampliamento della base militare americana nella zona dell ' aeroporto Dal Molin è disciplinata sulla base di un accordo bilaterale tra la Repubblica italiana e gli Stati Uniti d ' America che rende inoperante un ordinario sindacato giurisdizionale

L’ordinanza

Il giudice d’appello è chiamato a verificare la correttezza dell’ordinanza del Tar Veneto, n. 435 del 28. Il consiglio di stato conclude tale esame con l’annullamento dell’ordinanza appellata e la respinta del ricorso cautelare avanzato dai ricorrenti originari. In particolare il giudice di appello ritiene che la disciplina che concerne l’ampliamento della base militare in territorio italiano nella zona Dal Molin trova la disciplina di riferimento in un accordo tra il governo italiano e quello statunitense; da tale accordo di natura internazionale discendono atti di assenso da parte delle autorità italiane sulla costruzione di tale base che sono riconducibili all’espressione di una volontà politica che è insindacabile da parte del giudice. A dispetto di ciò, il consiglio di stato non rinuncia pure a valutare che comunque le autorizzazioni alle costruzioni di opere sono rispettose delle condizioni per l’approvazione del progetto, mentre non si riscontrano né rischi concreti di danno ambientale, né riferimenti alla consultazione popolare dall’accordo internazionale.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento