Dal progetto " nuova cittadinanza " con Fondazione Roma, alla ridefinizione della mission di Labsus
Consiglio direttivo

Direttivo e redazione in seduta comune

Quello che ci siamo detti nella riunione del 31 marzo 2009.

Martedì31 marzo 2009 si è svolta, ospiti di Astrid, una riunione congiunta del Consiglio direttivo e della Redazione di Labsus con un nutrito ordine del giorno che il Presidente Gregorio Arena ha illustrato e introdotto per la discussione tra tutti i presenti.

I punti all’ordine del giorno erano i seguenti:
1.
Comunicazioni del Presidente.
2.
Progetto “nuova cittadinanza” con la Fondazione Roma.
3.
Rapporti fra il Prin sulla democrazia deliberativa e il progetto di Labsus.
4.
Sviluppo di NeparlaLabsus.
5.
Varie ed eventuali.

Comunicazioni del Presidente

Tirocinanti
Il Presidente ha iniziato presentando e dando il benvenuto ufficiale alle tre nuove tirocinanti illustrandone i compiti.

Traduzione progetto

Si è poi passati a parlare dell’idea di tradurre il sito o quanto meno le parti più importanti in inglese, per far sìche altre associazioni con scopi simili a quelli di Labsus, possano visitare il sito e venirci a contatto anche dall’estero. Ma come realizzarlo? Meglio creare una versione nuova del sito oppure un bottone al posto di ” contribuisci ” ? Toccherà agli esperti trovare la via più semplice, ma anche la più efficace, per farlo.

Progetto Reggio Emilia
Sono stati resi noti i primi risultati del progetto di formazione di Labsus a Reggio Emilia dove si è passati alle attività pratiche in due iniziative che vedranno la collaborazione intergenerazionale tra giovani e anziani, i cui dettagli si possono ritrovare all’interno del sito.

Rapporto sulla sussidiarietà

Il rapporto Labsus sulla sussidiarietà 1997-27 è quasi pronto.

Libro di Franzese

E’ stata resa nota la proposta del socio Prof. Lucio Franzese riguardante la possiibilità che Labsus pubblichi un suo nuovo lavoro intitolato ” Percorsi della sussidiarietà ” . Se ne sono valutati gli aspetti economici, anche nella prospettiva della possibile creazione di una “collana Labsus” o addirittura di una “edizioni Labsus”.

Compenso per le attività di formazione

Si è parlato, per i docenti utilizzati da Labsus di ottanta, cento euro all’ora; ci si è chiesti se comprendere la diaria e se distinguere i profili per seniority, o ancora se affidarsi a tariffari professionali ufficiali, riservandosi di decidere.

Dal Molin
Fabio Giglioni propone di pubblicare l’intervento di un membro del comitato cittadino di Vicenza che si è opposto all’aeroporto come esempio di non partecipazione della cittadinanza alle decisioni. La mancata consultazione popolare ha creato conflitto.

Progetto ” nuova cittadinanza ” con la Fondazione Roma

Si è parlato di scegliere due contesti uno urbano e uno rurale per dimostrare che una volta acquisiti i principi fondamentali dell’intervento, questo lo si può realizzare ovunque. Il progetto ” nuova cittadinanza ” sarebbe l’occasione per trasformare Labsus in una voce autorevole e incrementare il suo outreach. L’organizzazione potrebbe essere multipolare per task forces (ambiti e scelte progetti, comunicazione, formazione, redazione regolamento), dove ogni gruppo lavora autonomamente.
Labsus darà supporto giuridico ma non farà materialmente tutte le cose.

Secondo il vicepresidente Luca Massacesi la struttura del progetto non riesce ad avere una capacità di comunicazione. L’idea di fondo è il piano di manutenzione civica dei beni comuni: quali sono gli ostacoli? La legge e l’amministrazione. Quindi la costruzione giuridica ed amministrativa di un piano di manutenzione civica viene prima di ogni cosa, e per questo, bisogna innanzitutto scrivere il regolamento. Potrebbero esserci vincoli legislativi ed amministrativi da tener presente nella redazione, come conferenze di servizio e professionalità che il comune può mettere in gioco.

Ma quali devono essere gli interlocutori? Le amministrazioni? I cittadini singoli e associati? Come selezioniamo i cittadini?
Si è, inoltre, proposto di rivolgerci alle scuole, facendo specifico riferimento al nuovo corso di insegnamento chiamato ” Cittadinanza e Costituzione ” che oltre alla teoria, con il supporto di Labsus, potrebbe prevedere anche la pratica attraverso l’intervento sul territorio. Le scuole e i ragazzi, però, non come destinatari esclusivi del progetto, ma come teste di ponte per tutta la comunità .

Non è stato per il momento presentato alcun progetto: il confronto sulle idee è aperto con un unico punto fermo, ovvero, concentrarsi su un progetto per volta in un percorso a piccoli ma significativi passi. Magari prima un quartiere di Roma, poi un paese dell’interland come Grottaferrata.

Rapporti fra Prin sulla democrazia deliberativa e il progetto di Labsus

Anche all’esito degli sviluppi cui stiamo assistendo nell’ambito della discussione in corso in seno al Prin sulla democrazia deliberativa e partecipativa, si è accennato alla possibilità di avviare una riflessione su un aggiornamento della mission di Labsus, tenendo conto che di fatto ormai Labsus si sta occupando di tutte le forme di democrazia non tradizionale.

NeparlaLabsus

Nel prossimo ” Neparlalabsus ” sarà lanciato il tema della cultura del saper fare come strumento per combattere la crisi. Altre iniziative editoriali sul tema della crisi verranno sviluppate nei prossimi numeri di NeParlaLabsus.



Lascia un commento