Un utile e facile strumento a disposizione dei più recidivi
Manuale del redattore

Di ancore degne di nota

Per chi non impara mai e chiede sempre a Cris & Chris

Avviso a tutti gli Arenauti: adesso niente più scuse o email disperate. O si impara la procedura qui descritta oppure è pronta la punizione: preparare la prossima cena di natale di Labsus.

Ecco un testo con link esterno al sito e un altro testo con un link interno al sito di labsus ancora interna, anzi la nota a piè di pagina (1).

Per creare una nota a piè di pagina si deve:
1. cliccare sull’ancoretta e dare un nome all’ancora che vogliamo creare, per esempio ancora per la nota 1, o anche pippo
2. inserire alla fine del testo, ovvero a piè di pagina, la nota con magari davanti il numeretto, tipo (1) o se vogliamo (pippo)
3. posizionare il cursore prima della nota che sta quindi infondo al testo, ovvero prima di (1) o pippo
4. evidenziare ora il numero della nota o di pippo (quello inserito nel testo) poi, cliccare sull’icona mappamondino incatenato -> tipo di collegamento -> Ancora nella pagina -> si aprirà un’altra finestra con un menù: Scegli ancora per nome
4. scegli il nome, per esempio (1) o pippo

L’ancoraggio alla nota di piè di pagina è stata fatta
Salva o applica … e prova per credere

Testo che scorre senza dar fastidio ad alcuno C’è stato poi il contributo del professor Gregorio Arena, presidente di Labsus, che ha delineato i fondamenti e le prospettive di promozione della sussidiarietà e dell’amministrazione condivisa nella comunità locale. Dopo uno sguardo storico sul principio di sussidiarietà e sui cambiamenti nell’amministrazione pubblica italiana, l’intervento si è concentrato sul significato che la sussidiarietà può avere per i giovani. Cittadini non si nasce, ma si diventa e in questa prospettiva la cittadinanza attiva può essere un modello per la crescita umana dei giovani. Già Amartya Sen, premio Nobel per l’economia del 1998, ci ricorda che la povertà di scelta è una disuguaglianza sociale che va combattuta, perché non esiste nulla di peggio che non avere la possibilità Testo che scorre senza dar fastidio ad alcuno C’è stato poi il contributo del professor Gregorio Arena, presidente di Labsus, che ha delineato i fondamenti e le prospettive di promozione della sussidiarietà e dell’amministrazione condivisa nella comunità locale. Dopo uno sguardo storico sul principio di sussidiarietà e sui cambiamenti nell’amministrazione pubblica italiana, l’intervento si è concentrato sul significato che la sussidiarietà può avere per i giovani. Cittadini non si nasce, ma si diventa e in questa prospettiva la cittadinanza attiva può essere un modello per la crescita umana dei giovani.

Titoletto
Già Amartya Sen, premio Nobel per l’economia del 1998, ci ricorda che la povertà di scelta è una disuguaglianza sociale che va combattuta, perché non esiste nulla di peggio che non avere la possibilità Testo che scorre senza dar fastidio ad alcuno C’è stato poi il contributo del professor Gregorio Arena, presidente di Labsus, che ha delineato i fondamenti e le prospettive di promozione della sussidiarietà e dell’amministrazione condivisa nella comunità locale. Dopo uno sguardo storico sul principio di sussidiarietà e sui cambiamenti nell’amministrazione pubblica italiana, l’intervento si è concentrato sul significato che la sussidiarietà può avere per i giovani. Cittadini non si nasce, ma si diventa e in questa prospettiva la cittadinanza attiva può essere un modello per la crescita umana dei giovani. Già Amartya Sen, premio Nobel per l’economia del 1998, ci ricorda che la povertà di scelta è una disuguaglianza sociale che va combattuta, perché non esiste nulla di peggio che non avere la possibilità Testo che scorre senza dar fastidio ad alcuno C’è stato poi il contributo del professor Gregorio Arena, presidente di Labsus, che ha delineato i fondamenti e le prospettive di promozione della sussidiarietà e dell’amministrazione condivisa nella comunità locale.

Titoletto due
Dopo uno sguardo storico sul principio di sussidiarietà e sui cambiamenti nell’amministrazione pubblica italiana, l’intervento si è concentrato sul significato che la sussidiarietà può avere per i giovani. Cittadini non si nasce, ma si diventa e in questa prospettiva la cittadinanza attiva può essere un modello per la crescita umana dei giovani. Già Amartya Sen, premio Nobel per l’economia del 1998, ci ricorda che la povertà di scelta è una disuguaglianza sociale che va combattuta, perché non esiste nulla di peggio che non avere la possibilità Testo che scorre senza dar fastidio ad alcuno C’è stato poi il contributo del professor Gregorio Arena, presidente di Labsus, che ha delineato i fondamenti e le prospettive di promozione della sussidiarietà e dell’amministrazione condivisa nella comunità locale. Dopo uno sguardo storico sul principio di sussidiarietà e sui cambiamenti nell’amministrazione pubblica italiana, l’intervento si è concentrato sul significato che la sussidiarietà può avere per i giovani. Cittadini non si nasce, ma si diventa e in questa prospettiva la cittadinanza attiva può essere un modello per la crescita umana dei giovani. Già Amartya Sen, premio Nobel per l’economia del 1998, ci ricorda che la povertà di scelta è una disuguaglianza sociale che va combattuta, perché non esiste nulla di peggio che non avere la possibilità

(1) nota di piè di pagina

pippo



Lascia un commento