Gli strumenti 'atipici' della partecipazione
Cittadinanza

Democrazia partecipativa nelle fonti statali

La relazione di Francesca Di Lascio

Le esperienze di democrazia non istituzionalizzate alla base dello studio di Francesca Di Lascio. In occasione della giornata di studio alla Luiss del 6 novembre l'autrice ha analizzato quelle forme di partecipazione democratica non istituzionalizzata. Gruppi di cittadini attivi esprimono la volontà di collaborare ai processi decisionali all’interno del circuito di mediazione degli interessi: forme che culminano con l’adozione di atti normativi, regolamentari o amministrativi.

I risultati del primo anno di ricerca dell’Unità Luiss di Roma sul tema “Cittadinanza e democrazia partecipativa”, nell’ambito del Prin 27 “Il federalismo come metodo di governo”, sono stati presentati presso l’università romana lo scorso 6 novembre.

Fra i vari contributi è online fra gli allegati quello di Francesca Di Lascio, dell’Università degli studi Roma Tre. "Fonti statali e strumenti ‘atipici’ della democrazia partecipativa" è il titolo del suo studio: la sua analisi ha preso in considerazione le esperienze di democrazia non istituzionalizzate.

La caratteristica di queste forme di partecipazione, a differenza di quelle classiche della democrazia rappresentativa, è l’assenza di una procedimentalizzazione strutturata dei modi con cui si costituisce la relazione tra amministrazione e amministrati.

Nella legislazione statale pare mancare un apparato normativo che possa legittimare le forme di partecipazione “non procedimentalizzata” ed anche dove è presente una qualche forma di disposizione specifica, questa viene vista soltanto come parte di processi più ampi; inoltre alla presenza di strumenti partecipativi, spesso non è corrisposto l’obbligo del loro impiego.

Per tali motivi nello studio si delineano i rapporti fra amministrazione e cittadini (anche da un punto di vista storico) riguardo gli istituti di democrazia partecipativa, in particolar modo ponendo l’attenzione alle modalità in cui è regolata l’attuazione della democrazia deliberativa.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento