Un anno all\'insegna della sussidiarietà
Notizie

Cittadinanza europea: è il momento di attivarsi

Iniziative comunitarie per la sussidiarietà

Il 2011 sarà l’Anno europeo del volontariato: dopo la decisione del Consiglio dell’Ue, è ora giunta l’ufficializzazione. Si ha tempo invece fino a giugno per partecipare alla selezione dei progetti “per la realizzazione della cittadinanza attiva” in Europa. Quelli ritenuti migliori verranno finanziati dalla Commissione europea.


Dieci anni dopo l’Anno internazionale del volontariato delle Nazioni unite, l’Unione europea è alla ricerca di una strategia comprensiva e di un’azione a livello europeo che realizzi a pieno le potenzialità del non profit.

Formalmente approvato con il nome di “Anno europeo delle attività volontarie che promuovono la cittadinanza attiva”‚ l’iniziativa avrà un sostegno finanziario di 3 milioni di euro per la preparazione nel 21 e 8 milioni di euro per le attività del 211.

Fra gli obiettivi previsti dalla Commissione europea, l’organo proponente, si riscontra innanzitutto la volontà di creare un ambiente comune per il volontariato in Ue, spronando le organizzazioni a migliorare la qualità del servizio attraverso il networking, la mobilità, la cooperazione e le sinergie nel contesto europeo.

Si vogliono promuovere quindi modalità di incentivazione a favore delle entità che formano e sostengono il volontariato negli stati membri e suscitare prese di coscienza collettive dell’importanza del volontariato.

Entro febbraio il Governo italiano nominerà l’organismo nazionale di coordinamento che gestirà la preparazione del 211.

L’Osservatorio nazionale del volontariato del Ministero del lavoro ha intanto deliberato l’avvio dei lavori‚ assumendo come documento di base il manifesto del volontariato per l’Europa già adottato dall’Assemblea nazionale del volontariato tenutasi a Roma il 4 e 5 dicembre 29.

Cittadinanza attiva per l’Europa

Nell’ambito dei "progetti cittadini", l’Agenzia per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (Eacea) della Commissione Europea ha da poco comunicato che il primo giugno del 21 sarà l’ultimo giorno disponibile per far pervenire le richieste di sovvenzione per i progetti che diventeranno operativi tra dicembre 21 e febbraio 211. I “progetti cittadini”, finanziati nel quadro dell’azione 1 del programma “Cittadinanza attiva per l’Europa”, devono impiegare metodi innovativi per riunire cittadini di qualsiasi estrazione, nell’intento di discutere di questioni di interesse europeo e cooperare alla ricerca di soluzioni concrete, a livello locale o comunitario.

I progetti pilota selezionati per “la promozione della cittadinanza attiva” nel 26 sono stati: “Euraction”, “European citizens’ panel”, “European residents in regeneration network”, “Our rights, our responsibilities” e “European citizens in movement”.



Lascia un commento