La scuola di pallavolo offre ai ragazzi una sana alternativa alla strada, tenendoli lontani dalla droga e dalla criminalità
Rapporti sociali

Imprese, sport e impegno sociale

Un progetto sportivo per rilanciare un contesto difficile

La scuola di pallavolo Antichità Vassallo Volley è stata inaugurata domenica 29 novembre a Montecorvino Rovella, piccolo centro a sud di Salerno.

La società sportiva rinasce in un momento molto difficile per la comunità del centro salernitano, che si trova in una situazione socio-economica critica, con un alto tasso di disoccupazione ed un reddito pro capite annuo che si aggira intorno ai 12mila euro, al di sotto della media provinciale.

La situazione preoccupante è avvalorata anche dal commissariamento del Comune. L’inefficienza degli amministratori che si sono succeduti negli anni ha portato al completo sfacelo delle casse comunali con ripercussioni gravi in molti ambiti, compreso quello sociale.

Negli ultimi tempi si parla soprattutto dello stato di degrado in cui vivono tanti ragazzi, con un numero di arresti per droga o ricoveri per overdose sempre più inquietanti.

In un contesto di completo immobilismo delle istituzioni Paolo Vassallo, un imprenditore locale, ha proposto una soluzione alquanto rara, facendo rinascere la società di pallavolo con l'aiuto di Ilde Fasulo (vicepresidente) e Daniele Foglia (direttore sportivo), cittadini che hanno deciso di attivarsi per salvaguardare il bene dei ragazzi e dell’intera comunità .

Un’iniziativa concreta e a costo zero: in poche settimane le iscrizioni alla scuola di pallavolo sono cresciute a dismisura, dopo 5 mesi ben 12 ragazzi infatti fanno già parte della società .

Il progetto è partito con non poche difficoltà , la mancanza dell’assessorato alle politiche per lo sport ha reso la vita difficile alla rinnovata società , con una minima collaborazione istituzionale.
Il commissario prefettizio ha però concesso una palestra comunale per le lezioni e gli allenamenti delle squadre.

L’associazione è in crescita e come prossimo obiettivo si sta valutando di affiancare ai ragazzi uno psicologo, per monitorarne le motivazioni e le principali problematiche.
In pochi mesi tante famiglie hanno sostenuto, collaborando con la società , il progetto che si spera possa essere consolidato e valorizzato dalla nuova amministrazione, eletta nelle ultime tornate elettorali, favorendo cosìl’iniziativa di cittadini privati che operano con efficacia nel contesto di riferimento in settori di pubblica utilità .



ALLEGATI (1):

Lascia un commento