L'evento cerca di favorire l ' impegno concreto della cittadinanza
Ambiente

Fiumi puliti, fiumi sicuri

Si rinnova un appuntamento importante di sussidiarietà

I cittadini di Serramazzoni, guidati dalle Guardie ecologiche volontarie, hanno lavorato nei boschi della Carbonara e di Faeto per ripulire questa bellissima area naturale, da tempo soggetta all'abbandono di rifiuti ingombranti come elettrodomestici e arredi per la casa.

Questa iniziativa, che fa parte della più ampia "Fiumi puliti, fiumi sicuri", è stata promossa dall'assessorato all'ambiente del comune di Serramazzoni e organizzata dalle Guardie ecologiche volontarie.

L'amministrazione ha distribuito a tutti i partecipanti mezzi idonei alla raccolta e ha offerto panini e bevande per la pausa pranzo. I rifiuti sono poi stati rimossi grazie ai mezzi di trasporto offerti da Hera.

"Fiumi puliti, fiumi sicuri" nasce a livello provinciale nel 1988 su iniziativa della provincia di Modena.
Si propone di coinvolgere i cittadini negli interventi di pulizia dai rifiuti abbandonati lungo i corsi d’acqua, i parchi pubblici e le aree verdi.

L'evento cerca di favorire l’impegno concreto della cittadinanza attivando la comprensione dell’urgenza e della necessità di un comportamento più responsabile nei confronti dell’ambiente sviluppando modalità idonee di smaltimento dei rifiuti.

In effetti, la proliferazione, in particolare lungo i corsi d’acqua, di discariche e microdiscariche sta assumendo un carattere emergenziale nella nostra penisola che, unitamente ad altri comportamenti illeciti o superficiali, rischia di mettere in serio pericolo l'equilibrio dei nostri bacini idrici e idrografici e dellecomunità acquatiche.

Come afferma Stefano Vaccari, assessore provinciale all'Ambiente: "l'ambiente e' un patrimonio di tutti che va salvaguardato anche attraverso una maggiore senso civico ed educazione da parte dei cittadini".

Arrivata alla 23esima edizione, l'iniziativa si svolge in 28 comuni, ma il numero potrebbe aumentare perché alcuni Comuni stanno organizzando proprie iniziative, con la partecipazione di oltre tremila cittadini durante le iniziative in programma da marzo a ottobre.

Nel 29 l'iniziativa si e' svolta in 23 comuni con la partecipazione di circa 4 volontari e 8 ragazzi delle scuole che hanno raccolto quasi 2 quintali di rifiuti per lo piu' sparsi lungo i fiumi e nei parchi.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento