Lo stabilimento ha occhi di riguardo per un pubblico " speciale " , pensato e progettato per facilitare l ' accesso al mare alle persone con difficoltà motorie
Infrastrutture

Nasce ” salapia ” il lido accessibile a tutti

Un progetto per un pubblico speciale

Nato dalle esigenze delle famiglie e delle associazioni lido Salapia renderà l ' estate quanto più normale possibile.

Salento, marina di San Cataldo, di fronte l’antico molo di Adriano e con una vista che prende l’intera insenatura, nasce un nuovo lido balneare chiamato Salapia, costruito grazie alla partecipazione del comune di Lecce in un paio di mesi prima della stagione estiva.

Lo stabilimento ha occhi di riguardo per un pubblico ” speciale ” , è stato pensato e progettato per i diversamente abili con tutti gli accorgimenti per facilitare l’accesso al mare alle persone con difficoltà motorie.

Tra le caratteristiche del lido si notano pedane di legno a prova di carrozzella, sedia ” job ” che permette di fare il bagno vicino alla riva in tutta sicurezza, bagni, docce e spogliatoi a portata di disabile, assistenti di spiaggia per fornire aiuto quando necessario.

Lo scopo primario quindi, è permettere anche alle persone portatrici di disabilità di trascorrere serene giornate al mare, sopperendo alle loro difficoltà con le strutture e, soprattutto, con la presenza di assistenti volontari di spiaggia, in numero proporzionale alle presenze, che le aiuteranno ad entrare in acqua, a fare la doccia, le accompagneranno a fare delle passeggiate ed animeranno con musica e giochi.

Il lido è aperto a tutti i cittadini: ” non è un’isola o peggio un ghetto ” , cosìci ha tenuto a rilevare il sindaco di Lecce. In tutto sono stati concessi 2mila metri quadri dal demanio 1 ombrelloni di cui una metà riservata ai cittadini diversamente abili.

Per il resto, in base alla normativa della regione Puglia, sono previste agevolazioni per chi ha un reddito inferiore ai settemila e cinquecento euro annui che, presentando la propria domanda, avrà gratuitamente ombrellone e sdraio.

E’ un progetto nato dalle esigenze delle famiglie e delle associazioni, ha spiegato il consigliere Roberto Martella, in prima persona coinvolto nell’iniziativa, che cercano di dare una vita quanto più normale possibile ai loro cari.

In pochi mesi tante famiglie hanno sostenuto e usufruito del servizio mostrando grande interesse e partecipazione.

L’iniziativa fino ad oggi ha avuto successo, si spera che progetti di questo tipo continuino a svilupparsi, dando più servizi a persone bisognose in una tra le migliori mete turistiche in Italia.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento