La rete associativa di San Basilio, un esempio di cittadinanza attiva
Notizie

La rete associativa di San Basilio

Un nuovo modo di vivere il quartiere promosso dalla cittadinanza

In un quartiere periferico e popolare come San Basilio, gruppi di cittadini, giovani e famiglie si sono attivati per la creazione di una vera comunità. Sostenuti da una fiorente rete di associazioni e dalla pubblica amministrazione, gli abitanti del quartiere hanno costruito spazi sociali e ricreativi là dove non esistevano e attivato servizi aperti all’intera collettività.

L’ultima occasione di incontro è stata domenica 1 ottobre, quando i cittadini, nell’ambito del progetto “Puliamo San Basilio” e con la collaborazione dell’Ama, si sono attivati per la pulizia e la messa a nuovo di strade e giardini, donando maggiore vivibilità alle aree del quartiere maggiormente degradate.

Cittadini, reti di associazioni e Municipio

La realtà delle reti associative con lo scopo di promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva è forse il volto meno noto di San Basilio. Il territorio del V Municipio è fortemente caratterizzato dalla presenza di associazioni radicate e attive, che si integrano a progetti pubblici dedicati alle tematiche della partecipazione.
In questo contesto si inserisce l’esperienza di San Basilio, in cui esiste da anni la “Rete di associazioni di San Basilio”, formata dal nucleo delle associazioni “storiche” (Arca e Asia), dalle realtà progettuali finanziate dal V Municipio e dai cittadini attivi del quartiere. La Rete, nell’ambito della ricerca e dell’apertura di sempre nuovi spazi sociali, ha avviato la creazione di una Casa delle associazioni, un luogo in cui avranno sede tutte le iniziative e i laboratori avviati dalle associazioni. La Casa non esiste ancora, poiché non è ancora stato trovato uno spazio idoneo, ma ha già iniziato le sue attività attraverso la Rete e i gruppi di cittadini attivi.

I progetti in corso

Una serie di progetti sono già stati avviati con successo da molti anni e animano la vita di quartiere con laboratori creativi, attività sportive, doposcuola per bambini e ragazzi e opere di riqualificazione.
Il “Progetto Piazzando: mediazione sociale e lavoro di comunità” è finanziato dalla Regione Lazio e dal V Municipio; gli operatori del progetto promuovono il coinvolgimento e l’azione dei cittadini in prima persona e l’avviamento di laboratori ed eventi aperti alla collettività.

Per favorire l’autorganizzazione e la partecipazione dei giovani, sono stati attivati i progetti Street work e Forum giovani; Street work, con finalità ricreative e di animazione territoriale, incoraggia i giovani a esprimersi costruttivamente nella vita sociale del quartiere. Il Forum, invece, favorisce il dialogo tra giovani ed istituzioni, nell’ottica della partecipazione alle scelte dell’amministrazione.
PrendiParte, infine, è un portale interattivo che raccoglie tutte le occasioni di partecipazione promosse nel V Municipio, progetti al vaglio, notizie e resoconti degli eventi. Il sito stesso rappresenta un’ulteriore occasione di partecipazione, con la possibilità di registrarsi e inviare proposte, commenti e segnalazioni.

La comunità di quartiere di San Basilio è un esempio eccellente di come dal degrado e dall’insicurezza possa sorgere una volontà comune di agire per la collettività; la scarsità di aree verdi, di servizi e di spazi sociali ha spinto i cittadini a creare in prima persona ciò che il territorio non poteva loro offrire e ad avviare occasioni di incontro e di collaborazione in generale difficili da costruire in una grande metropoli come Roma.



Lascia un commento