Un ruolo centrale della persona, che si fa protagonista del cambiamento e volano di sviluppo
Notizie

Il fattore umano per lo sviluppo

Presentato allla Farnesina, uno studio della Fondazione sussidiarietà

Si è tenuta lunedì, 6 dicembre 2010, alle ore 18.00, presso la sala Aldo Moro della Farnesina di Roma, la presentazione del volume "Alla radice dello sviluppo: l'importanza del fattore umano" della Fondazione per la Sussidiarietà.

L’incontro, moderato dal giornalista Roberto Fontolan, ha visto protagonisti il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, il Segretario Generale AVSI Alberto Piatti e due degli autori del volume, ossia Ilaria Schnyder von Wartensee e Giuseppe Folloni.

Gli autori Gabriella Berloffa, Giuseppe Folloni (entrambi professori di economia all’Università di Trento) e Ilaria Schnyder von Wartensee (ricercatrice presso il Dipartimento della Fondazione) lavorano presso il Dipartimento Sviluppo e Cooperazione Internazionale della Fondazione per la Sussidiarietà, che opera in stretta collaborazione con AVSI.

Il testo

Il testo analizza alcuni criteri per la determinazione del grado di efficacia e stabilità delle politiche per la cooperazione e conclude che uno dei fattori chiave per lo sviluppo è proprio quello umano. Questo, a sua volta, si esplica negli elementi della coesione sociale, dei percorsi educativi e di formazione, nonché nelle diverse forme di partnerships partecipativa sia all’intreno della comunità che tra i cittadini e l’amministrazione pubblica.

Gli autori portano, a sostegno della loro tesi, due case study: a) l’Associação dos Trabalhadores Sem Terra (ATST), fondata nel 1989, a San Paolo, da Cleuza Ramos e Marcos Zerbini; b) un intervento di slum upgrading nell’area di Ribeira Azul, nello Stato di Bahia in Brasile.

Dall’analisi di queste esperienze empiriche emerge un ruolo centrale della persona, che si fa protagonista del cambiamento e volano di sviluppo.



Lascia un commento