La partecipazione dei cittadini si accompagna all'intento di conservare l'identità del territorio
Notizie

Le mappe dei cittadini

Attivo un progetto per classificare in maniera condivisa il territorio

La Provincia di Prato intende utilizzare le conoscenze dei cittadini per compilare una cartografia ufficiale, anche telematica, del territorio che possa permettere di valorizzare la storia, le tradizioni e le risorse locali.

Il progetto parte da un’esigenza precisa: condividere con i cittadini, che vivono, conoscono e valorizzano il territorio, sulla scia del principio di sussidiarietà, le informazioni e i dati presenti sulle mappe da utilizzare nella programmazioni di piani urbanistici da parte delle strutture istituzionali.

L’obiettivo ambizioso e innovativo della provincia toscana è quello di realizzare un sistema informativo territoriale, che funga da ponte tra la popolazione e le amministrazioni, coinvolgendo le associazioni culturali, la società civile e gli organi politici decisionali.

La proposta di classificare l’intero territorio provinciale è già stata attivata mappando i luoghi di Montepiano e Vaiano: in queste zone gruppi di volontari seguiranno le fasi di acquisizione e condivisione delle informazioni.

La provincia di Prato ha predisposto quattro fasi: nella prima fase, i cittadini e le associazioni si coordineranno con gli uffici del sistema informativo territoriale provinciale; la seconda fase si concentrerà sull’attività di rilevamento dei territori; successivamente verranno raccolti i dati e inseriti nell’archivio e, infine, l’archivio verrà reso disponibile attraverso la stampa delle carte e la loro pubblicazione online.

I cittadini potranno partecipare attivamente all’iniziativa, dopo aver compilato il relativo modulo di iscrizione, fornendo indicazioni e segnalazioni, contenute nelle apposite schede di rilevazione; in questo modo, coadiuvati da gruppi di lavoro locali delle zone di loro interesse, verranno costantemente aggiornati sull’andamento del progetto e sulla sua efficacia.

Le fonti identificabili possono essere varie: microtoponimi; fonti d’acqua, guadi e ponti; luoghi di rilevante impatto paesaggistico o dal simbolico valore storico e culturale; fortificazioni, siti caratteristici, suggestivi e peculiari.

La partecipazione attiva dei cittadini, in tale iniziativa, si accompagna all’intento di recuperare e conservare l’identità, non solo fisica, del territorio: raccogliendo le conoscenze, i ricordi, i legami dei cittadini sarà possibile ridare nuova linfa a questi luoghi.



Lascia un commento