I cittadini partecipano ai processi di trasformazione urbana e definiscono strategie comuni
Notizie

Urban Center Roma XI

La casa del municipio XI è uno spazio creativo in continua evoluzione

L’Urban Center Roma XI, nel municipio XI del comune di Roma, si propone come uno spazio creativo che raccoglie i programmi, i progetti, le idee dei cittadini e promuove una visione originale del mutamento urbano, incentrato sull'informazione e sulla partecipazione.

La Casa del Municipio – Urban Center Roma XI è un osservatorio-laboratorio sulle trasformazioni urbane che caratterizzano quest’ampia zona della Capitale, sugli strumenti urbanistici, le politiche e i programmi attuati dalle istituzioni e sulle prospettive che si manifestano attraverso le relazioni con i cittadini.
L’osservatorio può essere considerato il luogo di incontro tra le amministrazioni locali e i cittadini, di confronto tra identità, storie, percorsi culturali continuamente in evoluzione: attraverso l’elaborazione di attività, iniziative dinamiche e la produzione di analisi e pratiche comunicative, si vuole favorire uno sviluppo armonico del territorio.

Il territorio dell’XI Municipio è contraddistinto da un tessuto urbano differenziato, variegato, con la presenza di spazi che possono essere riqualificati attraverso l’interessamento dei soggetti sul territorio: l’attività di recupero e rifunzionalizzazione di aree e palazzi dismessi nella zona, avviata a partire dagli anni novanta, prevede una strategia coordinata di riqualificazione urbana.

L’amministrazione municipale, che ha il compito di verificare gli effetti delle politiche pubbliche e raccogliere le istanze che provengono dalla società, assume un ruolo indispensabile per coordinare e connettere le trasformazioni urbane con le preesistenze e con gli obiettivi di miglioramento complessivo del territorio.
I cittadini, attraverso la partecipazione attiva a processi di trasformazione e gestione urbana e territoriale, possono definire finalità, modalità operative, strategie comuni: i gruppi attivi sul territorio condividono e favoriscono le trasformazioni territoriali, da quelle più ampie a quelle che interessano il quartiere.

Entrambi gli attori condividono, in un’ottica fortemente ispirata dal principio di sussidiarietà riconosciuto dalla Costituzione, un approccio costruttivo di ricerca condivisa dei problemi e delle soluzioni.
In questo modo, attraverso l’intenso e proficuo scambio tra tutti gli attori interessati, le attività di trasformazione urbana possono essere maggiormente incisive.

La Casa del Municipio Roma XI occupa una posizione rilevante nella rete delle "Case dei Municipi" che, insieme alle "Case della Città", il comune di Roma ha istituito per sostenere la partecipazione dei cittadini ai processi di trasformazione urbana: negli anni sono state organizzate conferenze, realizzati workshop, esposizioni temporanee, seminari tematici; un complesso di iniziative realizzate nella Casa del Municipio – Urban Center Roma XI per stimolare la riflessione e il confronto pubblico.

L’Urban Center Roma XI punta a coinvolgere tutti gli attori in un modello di pianificazione delle azioni di sviluppo, mirate, attraverso il confronto, il dialogo e la condivisione delle informazioni, a soddisfare i bisogni, le attese, le aspirazioni dei cittadini.

Il fenomeno degli Urban Center

Gli Urban Center, inizialmente presenti in larga misura nei paesi anglosassoni, si sono diffusi, negli ultimi decenni, anche in Italia come un insieme di strutture di diverso tipo, concepite come espressione diretta delle istituzioni locali di una città, che mobilitano un numero crescente di attori nei processi decisionali delle politiche urbane per migliorarne il livello d’informazione, comprensione, trasparenza, condivisione, effettività.

Il fenomeno degli Urban Center si collega all’interno del mutamento del quadro dei soggetti artefici degli scenari di trasformazione della città: è stato soppiantato definitivamente il tradizionale modello di contrapposizione pubblico-privato, grazie alla proliferazione di un numero elevato di attori: soggetti consolidati, come enti locali, imprese e consorzi di privati, protagonisti emergenti, come gruppi di gestione, enti di comunicazione, promoters tematici, nuovi stakeholders portatori di approcci innovativi nel campo della programmazione strategica.

Nasce, pertanto, l’esigenza, anche in Italia, di promuovere e sviluppare questi luoghi trasparenti deputati all’informazione, alla comunicazione, alla promozione degli scenari di trasformazione della città: luoghi che possano contribuire ad affermare nuove forme di democrazia partecipativa, che incida costantemente sulla costruzione delle linee guida delle politiche urbane.

Gli Urban Center possono condividere tre obiettivi:
Identificare modelli culturali originali e forme evolutive consolidate, contestualizzandoli nel tessuto giuridico e amministrativo di riferimento; rilanciare mappe dinamiche di progettualità, reinterpretando in Italia le consolidate esperienze internazionali; monitorare e misurare la propria capacità di incidere concretamente sulla costruzione di una visione urbana condivisa, accordando le istanze di tutti i soggetti coinvolti.

Affinchè l’azione degli Urban Center possa risultare efficace, queste determinate strutture non devono concentrarsi soltanto sulla raccolta e la divulgazione delle informazioni relative a progetti di trasformazioni urbane, ma devono agevolare la partecipazione dei processi decisionali, rendendo i cittadini responsabili delle scelte d’intervento nei quartieri da loro abitati.



Lascia un commento