Muoversi in modo consapevole, responsabile e soprattutto, partecipato.
Notizie

La buona strada per la partecipazione

La democrazia diretta parte dalle istituzioni

Si terrà sabato 26 febbraio a Bologna, nella “Sala polivalente dell’Assemblea Legislativa” della Regione Emilia-Romagna, un incontro-dibattito tra l’assessorato regionale alla Viabilità e Trasporti e i cittadini interessati.

Ispirandosi ai principi e agli obiettivi della legge regionale sulla partecipazione n. 3/21, promossa per favorire la consultazione e la partecipazione dei cittadini nella formazione delle scelte di interesse pubblico, la Regione Emilia-Romagna vuole offrire ai cittadini un momento di informazione, incontro e discussione su quei temi che trattano l’interesse comune, come appunto la viabilità e i trasporti.

Gli obiettivi dell’iniziativa sono, infatti, quelli di: comunicare ad un pubblico più vasto possibile i contenuti del nuovo piano dei trasporti; migliorare la qualità delle azioni e dei progetti regionali; coinvolgere, oltre alle istituzioni, anche i cittadini nel processo di ascolto e verifica; raccogliere quindi tutti i punti di vista e trarre gli orientamenti per definire il nuovo PRIT (Piano Regionale integrato dei Trasporti)

È proprio dal PRIT che parte l’idea. Si sta, infatti, lavorando alla formazione del nuovo Piano 21/22 e l’intenzione – a detta dell’Assessore per la Mobilità ed i Trasporti Alfredo Peri – è quella di coinvolgere un numero maggiore di soggetti, offendo un momento di dialogo diretto, e non mediato sulle scelte future, in altre parole – continua l’amministratore locale – si intende sviluppare la democrazia partecipativa, e promuovere una maggiore inclusione dei cittadini e delle loro organizzazioni, nei processi decisionali regionali.

Grazie alle idee che scaturiranno dall’evento, verrà stilato un “documento di proposta partecipata”, il quale conterrà le indicazioni e gli orientamenti dei cittadini utili per la realizzazione del piano regionale. In seguito, verranno resi noti i risultati dell’evento, la valutazione delle questioni emerse e il riscontro dei contenuti della proposta.

Per partecipare sarà sufficiente compilare un modulo d’iscrizione on-line, entro il 23 febbraio e sino ad esaurimento dei posti disponibili nella sala (2 posti). Per favorire la presenza giovanile all’iniziativa, sono state invitate due classi della scuola media superiore della regione. Sarà dato anche un “premio” ai cittadini attivi, (soprattutto ai più giovani) che consisterà in un bonus di biglietti ferroviari regionale e gadget vari.

Oltre l’iniziativa del 26 febbraio, e in correlazione ad essa, i cittadini iscritti, o che si iscriveranno, al portale regionale Io Partecipo, potranno prendere parte al sondaggio Buona Mobilità. L’obiettivo del sondaggio è quello di raccogliere tutte le informazioni possibili riguardo le scelte dei cittadini sull’uso di un mezzo di trasporto rispetto ad un altro, su viabilità e traffico, e sul miglioramento del trasporto pubblico.



Lascia un commento