Può svilupparsi una cittadinanza europea autonoma rispetto a quelle nazionali?
Notizie

A Roma Tre si parla di Europa

Il progetto PRIN coordinato dal professor Triggiani

Venerdì 4 marzo, presso la facoltà di giurisprudenza di Roma Tre, Viale Ostiense 159, si terrà nella Sala del consiglio, dalle 10.00 alle 13.00, un seminario su "Cittadinanza europea, immigrazione, asilo e frontiere". Saranno presenti, tra gli altri, Antonietta di Blase, direttore del dipartimento di diritto europeo che ospita il convegno, Ennio Triggiani, coordinatore del PRIN su "Cittadinanza europea e diritti fondamentali nell'attuale fase del processo d'integrazione", e Giandonato Caggiano, con una relazione su "Immigrazione irregolare e frontiere".

Domani, venerdì 4 marzo, si terrà presso il Dipartimento di diritto europeo, nella facoltà di Giurisprudenza di Roma Tre, un seminario su “Cittadinanza europea, immigrazione, asilo e frontiere”, nell’ambito del progetto PRIN “Cittadinanza europea e diritti fondamentali nell’attuale fase del processo d’integrazione”.

Lo studio, condotto dai dipartimenti giuridici europei delle università di Bari, Palermo, Teramo e Roma Tre, e coordinato dal professore Ennio Triggiani, ha il compito di tracciare il profilo della nuova cittadinanza europea, le sue caratteristiche, peculiarità e il rapporto con quelle nazionali. Il seminario si aprirà con i saluti delle professoressa Antonietta di Blase, direttore del dipartimento di diritto europeo di Roma Tre, e Lucio Battistotti, direttore della rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Vi sarà poi una prima parte sull’”Acquis dell’Unione e prospettive del piano di Stoccolma” con gli interventi, tra gli altri, del coordinatore del PRIN Ennio Triggiani, professore dell’università di Bari, e del professor Giandonato Caggiano, di Roma Tre, che parlerà di immigrazione irregolare e frontiere. La seconda parte ospiterà gli Approfondimenti, e verrà presieduta dal professore de La Sapienza Enzo Cannizzaro.



Lascia un commento