Il diritto all'acqua, in quanto strettamente connesso con il diritto alla vita, si pone come diritto fondamentale.
Cultura

ll diritto fondamentale all’acqua

Sandro Staiano, nel saggio "Note sul diritto fondamentale all'acqua. Proprietà del bene, gestione del servizio, ideologie della privatizzazione", pubblicato in federalismi.it del 9 marzo 2011, affronta il complesso tema del diritto all'acqua, oggetto di un acceso dibattito sia sul piano giuridico che politico.

L’Autore ricerca il fondamento costituzionale del diritto all’acqua, evidenziando come la dottrina costituzionalistica sia, sul punto, profondamente divisa. La mancata espressa previsione di tale diritto nel testo costituzionale non impedisce di ricondurre il diritto in esame all’alveo di tutela del diritto alla vita e del diritto alla salute.

La tematica assume particolare rilievo per la scarsità del bene oggetto del diritto, per il sempre più precario equilibrio naturale e per la disparità tra attori economici in ciascun Paese.

L’attuale configurazione del dirtto all’acqua ha assunto dei caratteri peculiari in conseguenza di quella che è stata definita la "terza globalizzazione".

Elemento caratteristico del diritto in esame risiede nel suo porsi tanto come diritto sociale collettivo, quanto come diritto sociale individuale. Dalla tensione tra queste due opposte qualificazioni scaturisce l’esigenza di un doppio livello di tutela in grado di tener conto di questa duplice natura.

Staiano mette in luce, altresì, l’asimmetria esistente tra i Paesi dotati degli strumenti necessari all’uso dell’acqua e quelli che ne sono privi, e la necessità di un intervento dei primi a favore dei secondi.

Dopo un esame del contesto europeo e internazionale sul tema, l’Autore si sofferma sull’approccio italiano al diritto all’acqua, e, in particolare, alle ambigue scelte effettuate sul piano legislativo, frutto di posizioni oscillanti e mai definite.

Se il quadro normativo legato alla gestione delle risorse idriche è ispirato al principio di sussidiarietà, le maggiori incertezze si muovono sul piano del modello di gestione da adottare.

Staiano affronta il tema della "privatizzazione" dell’acqua e del prossimo referendum attraverso un approccio problematico, che dà conto delle ideologizzazioni sottese alle opposte posizioni adottate in merito.

L’Autore sottolinea come la disciplina in materia sia carente sotto i profili della regolazione e della vigilanza nell’ambito della gestione delle risorse idriche, che dovrebbero rappresentare invece il fondamento di qualsiasi scelta in materia.

STAIANO S., Note sul diritto fondamentale all’acqua. Proprietà del bene, gestione del servizio, ideologie della privatizzazione, in federalismi.it, 9 marzo 211.



Lascia un commento