Il progetto ePart educa alla cittadinanza attiva perchè responsabilizza il cittadino e gli dà fiducia
Notizie

ePart, il social network dei cittadini

Uno strumento ideato per interagire con la pubblica amministrazione

Il progetto ePart della Posytron è stato selezionato dall'Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l'innovazione tra i vincitori del bando Italia degli innovatori 2011-2012. Consentirà ai cittadini di inviare segnalazioni su problemi di manutenzione urbana direttamente alla pubblica amministrazione. L'utente può usufruire di una mappa per geo referenziare le proprie segnalazioni e di una scheda che aiuterà gli amministratori ad intervenire tempestivamente e con gli strumenti più funzionali.

Il 9 maggio scorso l’Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione ha pubblicato la lista dei progetti vincitori del bando Italia degli innovatori 211-212, presentato dal governo italiano all’Expo di Shangai per promuovere le eccellenze e le competenze tecnologiche di imprese, università e istituti di ricerca del nostro paese.

Circa tremila i progetti proposti, solo 265 quelli selezionati per il palcoscenico di Shangai. Tra questi, quello di Posytron, una società di consulenza tecnologica e gestionale che lavora con aziende private e con la pubblica amministrazione: proprio a quest’ultima è rivolta ePart, il social network ideato da Posytron che consente ai cittadini di segnalare e geo-referenziare qualsiasi problema relativo alla manutenzione urbana, con particolare attenzione alle strade, al verde e agli edifici pubblici.

“Geo referenziare” significa che gli utenti potranno inviare le loro segnalazioni specificando il luogo esatto del problema riscontrato e verranno visualizzate nella mappa del comune sul portale ePart. Ciò è possibile sia dal proprio computer che da un comune smartphone.

L’utente accederà al portale selezionando un comune tra quelli attivi (la fase sperimentale è iniziata l’anno scorso, oggi conta 127 comuni tra i più popolosi del paese); accederà quindi alla relativa mappa con le segnalazioni già effettuate, alle quali corrispondono le schede del problema e dello stato di avanzamento dei lavori. Una segnalazione appena inserita viene sottoposta a moderazione da parte degli operatori del comune e se approvata, inizia l’iter per la sua risoluzione.

L’utente avrà poi una serie di strumenti per filtrare e approfondire la propria ricerca, zoomare, inserire un indirizzo specifico. La scheda che accompagnerà la propria segnalazione conterrà la informazioni utili all’amministrazione per intervenire tempestivamente e nel modo più adeguato, anche grazie alla descrizione che ne farà l’utente.

La sussidiarietà in ePart

Il progetto si pone come obiettivo quello di avvicinare il cittadino alla pubblica amministrazione, dandogli la possibilità di interagire ed esser utile al miglioramento delle condizioni del proprio quartiere.

Le segnalazioni aiuteranno la pubblica amministrazione a programmare in modo efficiente gli interventi di manutenzione, riducendo i tempi e il numero degli interventi necessari ed ottimizzando le risorse umane ed economiche. Il portale epart.it sarà molto utile ai cittadini poiché fungerà da punto di riferimento e di aggregazione delle segnalazioni e delle soluzioni cui provvederà la pubblica amministrazione.

Il servizio offre anche un complesso sistema di reportistica, utile ai dirigenti locali per ottenere statistiche e indicazioni sull’attività svolta dagli uffici, al fine di ottimizzare le risorse, individuare eventuali inefficienze ed intervenire dove necessario.

L’idea è vincente per varie ragioni. Sotto il profilo pratico, è un utile strumento di razionalizzazione di risorse e di controllo del territorio nonché di educazione alla cittadinanza attiva, poiché responsabilizza il cittadino e gli dà fiducia. Richiede però il coinvolgimento dei cittadini, i quali avranno la possibilità di segnalare un disagio ed avere una risposta dall’amministrazione, potendone seguire i lavori.

Diffonde il principio di sussidiarietà quotidiana, ossia a quella serie di piccoli comportament e di abitudini che il cittadino mette in pratica svolgendo un’attività nell’interesse comune. È infine un servizio che avvicina le persone all’amministrazione locale, garantendo più incisività d’azione e una maggiore trasparenza nelle attività svolte.



Lascia un commento