Dieci anni di sussidiarietà orizzontale
Cittadinanza

Buon compleanno sussidiarietà !

Dieci anni di sussidiarietà

decennaleOggi, 18 ottobre, ricorre il decennale del principio di sussidiarietà orizzontale. Con la legge costituzionale del 18 ottobre 2001 numero 3 "Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione" viene introdotto il principio di sussidiarietà orizzontale all'articolo 118 comma 4. E' il principio della cura civica dei beni comuni che entra in Costituzione. Ripercorriamo i primi dieci anni della sussidiarietà . (Nell'intervista "Non solo Big Society. L'ora della sussidiarietà in Italia" trovate il punto di Gregorio Arena, presidente di Labsus su questo importante "decennale").

21

7 ottobre 21 sìal referendum che conferma le modifiche apportate all’articolo 118 della Cost. u.c.; 18 ottobre 211, Legge costituzionale numero 3, “Modifica del Titolo V della parte seconda della Costituzione”.

22

Nasce il movimento “Quelli del 118“, un comitato nazionale che raccoglie le organizzazioni civiche e viene redatto anche un Manifesto per l’applicazione del 118.

23

Si svolge a Roma nel febbraio 23 il primo seminario nazionale sulla sussidiarietà orizzontale dal titolo: “Cittadini attivi per una nuova amministrazione. L’articolo 118 ultimo comma della Costituzione: frontiera avanzata della democrazia”, promosso da Astrid e dal comitato Quelli del 118.

24

Nasce una nuova forma di cittadinanza. Non è più il cittadino che si lamenta passivamente della pubblica amministrazione, ma è un cittadino attivo che condivide con l’amministrazione il compito di curare i beni comuni. Questo il tema al centro della prima Convenzione nazionale intitolata “L’Italia dei beni comuni“.

25

Nel marzo del 25 la norma “Più dai, meno versi”, che introduce deduzioni fiscali a favore di organizzazioni no-profit, viene inserita nel decreto sulla competitività presentato in Consiglio dei Ministri. Il 3 maggio 25 viene approvata definitivamente la legge sull’impresa sociale.

26

Vede la luce Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà , e la normativa del 5 per mille che permette al contribuente di destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a enti no profit.

27

Esce il primo rapporto sulla sussidiarietà dal titolo la “Lunga marcia della sussidiarietà (dal 1997 al 27)” che ripercorre le principali tappe che hanno portato alla modifica del Titolo V della Costituzione.

28

Labsus collabora al convegno di Reggio Emilia sul tema “Governare con i cittadini“; il valore della partecipazione e della sussidiarietà per ripensare alla democrazia locale. Questi i temi su cui cittadini e amministratori si confrontano. A maggio Labsus lancia al FourmPA l’idea di un piano nazionale per la manutenzione civica dei beni comuni. Il Parlamento introduce uno strumento amministrativo espressamente ispirato al pincipio di sussidiarietà orizzontale: i microprogetti di interesse locale.

29

Prende il via il progetto denominato Amministrazione condivisa con il Comune di Reggio Emilia a partire dal ciclopasso pedonale di via Roma.

21

Labsus promuove il progetto Scuola di manutenzione civica dei beni comuni – Rock your school che punta ad attuare concretamente il principio di sussidiarietà orizzontale a partire dalle scuole per creare una rete di cittadini attivi.

211

Febbraio, le Sezioni unite della Cassazione chiedono una nuova governance per i beni comuni. Maggio, Labsus in collaborazione con la Fondazione per la sussidiarietà organizza il primo premio nazionale sulla sussidirietà all’opera nel corso del Forum Pa: è Montezemolo a premiare il miglior caso di sussidiarietà messo in pratica. Agosto, Labsus contribuisce al successo della summer school di RENA su “Buon governo e cittadinanza responsabile“.



Lascia un commento