Cittadini ed esperti per il centro storico di Auletta
Notizie

Co/Auletta – le tue idee abitano qui

Ad Auletta si progetta insieme la rinascita dopo il sisma

co_AulettaCoinvolgere la cittadinanza attraverso un processo democratico e trasparente per recuperare il centro storico della città di Auletta, andato distrutto con il terremoto del 1980, è l'obiettivo del concorso internazionale di idee dal titolo: "Co/Auletta (co/A) - le tue idee abitano qui" lanciato dal Comune di Auletta, dalla fondazione Mida - Musei integrati dell'Ambiente con il coordinamento di Rena - Rete per l'eccellenza nazionale.

Il progetto verrà presentato sabato 26 novembre alla presenza del presidente della Regione Campania Stefano Caldoro nel corso della conferenza stampa che si terrà a Napoli presso il Centro digitale Pico – Palazzo dell’Innovazione e della Conoscenza. Inoltre sarà possibile seguire l’evento anche in streaming collegandosi al sito del Fatto quotidiano.

L’obiettivo

Auletta distrutta dal terremoto del 198 vuole rinascere e quale metodo migliore di un concorso democratico on-line? Si tratta infatti di un bando “inclusivo” e non “esclusivo” – precisano gli organizzatori – per recuperare l’area del centro storico “Parco a ruderi” acquisita dallo stesso comune come patrimonio dell’Ente qualificandolo come una sorta di museo materiale a cielo aperto. Il comune è intervento mettendo in sicurezza l’area ma senza ricostruirla, per questo si affiderà al bando on-line per discutere assieme ad esperti e alla cittadinanza dei progetti migliori da realizzare sul territorio favorendo cosìla contaminazione di idee tra “chi (vi) vive” e “chi propone”.

“Lanciare il bando in rete è il modo più democratico, globale e orizzontale per premiare le idee migliori”, afferma Antonello Caporale, giornalista di Repubblica e tra i fondatori del Mida. “Non ci interessa sapere che lavoro fai, il colore della pelle o il grado di istruzione. Vogliamo solo mostrare che anche nel sud Italia, luogo di sottosviluppo ed elevato malaffare, un appalto pubblico può produrre qualità ed eccellenza”, perche è possibile gestire in modo intelligente il danaro pubblico per la cura dei beni comuni.

Infatti, la fondazione Mida è a partecipazione totalmente pubblica e tra i soci promotori figurano la Regione Campania, la Regione Basilicata, la Provincia di Salerno e i comuni di Auletta e Pertosa. La missione, si legge nello statuto, è quella di “convertire i manufatti dello spreco del dopo-sisma a impianti museali al chiuso e all’aperto, e realizzare un modello di gestione finanziaria totalmente autonomo da contributi pubblici”.

Grazie ad un finanziamento di 2milioni di euro non solo si riporterà in vita l’area del centro storico facendone l’esempio di un nuovo modello di sviluppo locale ma verrà anche aperta una scuola del pane e una scuola di paseologia per rilanciare il territorio.

Il bando

Il bando di idee è aperto a progettisti di spazi, analisti urbani, scienziati sociali, esperti di sostenibilità e innovatori sociali che potranno inviare i propri progetti via mail all’indirizzo: co.auletta@gmail.com a partire dal 27 novembre e fino al 27 gennaio 212. Le proposte migliori, pervenute entro i termini di scadenza, verranno presentate e discusse nel corso di un workshop internazionale di tre giorni in cui, i cittadini, una giuria di esperti e stakeholders nazionali ed internazionali sceglieranno le idee vincitrici.

Durante la tre giorni i progettisti potranno effettuare anche un sopralluogo tecnico nel centro storico per verificare l’effettiva realizzazione del progetto o modificarlo. Una volta scelte le idee vincitrici si procederà alla redazione di un capitolato di appalto per l’assegnazione dei lavori.



Lascia un commento