20-21 aprile 2012, Giardini Ravino, Forio d'Ischia, via provinciale Panza 140/bis
Effetto Labsus

Labsus partecipa a Meristema 2012

Modelli per un'autosufficienza possibile

ischia_meristema_Ambiente, sostenibilità , modelli di autosufficienza, produzione e consumo locale, cittadinanza attiva e verde urbano saranno i temi al centro del dibattito nel corso della quinta edizione della manifestazione Meristema 2012 - L'isola che ci sarebbe II che avrà luogo ad Ischia il 20 e 21 aprile. Labsus porterà il suo contributo con l'intervento della docente di Sociologia dei fenomeni politici e caporedattrice Labsus documenti Maria Cristina Marchetti.

L’evento si articolerà in due giornate di interventi e dibattiti sui temi della sostenibilità e dei modelli di autosufficienza in linea con il rispetto dell’ambiente e del territorio. La manifestazione si aprirà venerdì2 aprile alle ore 15., tema della sessione dei lavori sarà : “Abitare, muoversi, lavorare sul posto“. Interverrano esperti del settore e studiosi che illustreranno casi di smart community, modelli di efficientamento energetico e il nuovo ruolo dell’architettura a tutela dell’ambiente.

Nel corso della seconda giornata dei lavori, incentrata sul tema “Pensiero globale, azione locale”, Labsus porterà il suo contributo scientifico con l’intervento della docente di Sociologia dei fenomeni politici e caporedattrice della sezione Labsus documenti Maria Cristina Marchetti con un intervento dal titolo: “Cittadinanza attiva: il verde come bene comune”. Il dibattito proseguirà con l’intervento del ricercatore della Stazione zoologica “Anton Dohrn” Valerio Zupo che affronterà il tema del mare come risorsa e la pesca sostenibile, mentre Riccardo D’Ambra fiduciario della condotta Slow Food di Ischia e Procida illustrerà il caso di un allevamento locale. L’evento si concluderà con gli interventi del direttore del dipartimento di Arboricoltura, Botanica e Patologia vegetale dell’Università Federico II di Napoli Matteo Lorito e dell’agronomo e imprenditore Dario Bavicchi, rispettivamente sui temi: “Difesa biologica a sostegno dell’autosufficienza territoriale” e “Un’autosufficienza alla portata di tutti: la coltivazione domestica dei germogli” (consulta il programma in allegato).

Il dibattito offrirà l’occasione per riflettere su nuovi modelli di sviluppo locali maggiormente attenti alla tutela del territorio e alle risorse naturali da intendersi come beni comuni. In questo senso l’evento propone modelli di autosufficienza possibili nel rispetto del consumo e della produzione locali. Modelli sostenibili sono realizzabili e possibili solo con il coinvolgimento dei cittadini che si attivano per prendersi cura del territorio e dei beni comuni.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento