Qualsiasi idea, semplice o complessa che sia, è qui ben accetta
Notizie

Milanificio, il social netmakers per una Milano partecipata

Il punto d'incontro on line dei milanesi attivi

milanificio-660x410Attivo dallo scorso 15 maggio il sito internet Milanificio.it, definito da Stefano Boeri, assessore alla cultura, moda e design del Comune di Milano nonché fondatore dell'associazione promotrice dell'iniziativa "Cambiamo città . Restiamo a Milano", come un "dispositivo di social netmaking che trasforma la voglia di partecipare in energia positiva e operativa".

Se c’è un dato positivo che emerge dall’incessante dilagare di un fenomeno tutto nuovo come quello dei social network, esso è collegabile innanzitutto al loro ruolo di facilitatori dei processi partecipativi e alla loro capacità di saper convogliare le risorse di cui i cittadini si fanno portatori, per indirizzarli dunque verso la risoluzione di problematiche comuni.

Seguendo questa scia, il sito web Milanificio.it vuole fungere da ritrovo virtuale di tutti i city users milanesi percorsi dalla voglia di proporre idee innovative per la città di Milano. L’intenzione è quella di mettere a disposizione degli abitanti locali uno strumento che consenta di avanzare proposte o veri e propri progetti, purchè si inseriscano in un’ottica di sostenibilità e contribuiscano a migliorare la vivibilità della città meneghina.

Cantieri per Milano

MilanificioChiunque abbia qualcosa da proporre potrà dunque servirsi di questo nuovo spazio partecipato e mettere a disposizione il proprio tempo, le proprie conoscenze e/o le proprie competenze, aprendo un cantiere direttamente dal sito – nel caso in cui si abbiano idee imprenditoriali originali – o prendendo semplicemente parte ad uno dei cantieri già attivi cliccando sul tasto “Collabora”.

Qualsiasi idea, semplice o complessa che sia, è qui ben accetta; se ne puo’ avere una prova dando uno sguardo ai cantieri attualmente in funzione: si passa infatti dall’iniziativa denominata Book Crossing Cabinet, che punta alla trasformazione delle vecchie cabine telefoniche – rese ormai desuete dalla rapida avanzata tecnologica – in punti di scambio di libri usati, al progetto Net-Urbani, con il quale si vuole spingere i cittadini ad adottare pezzi di strada da mantenere liberi da rifiuti, per giungere infine al ben piu’ ambizioso cantiere incentrato sull’apertura di una catena di negozi a Kilometro Zero nella città di Milano.

Il social netmakers Milanificio.it si pone allora come punto di riferimento per tutti coloro che vivono Milano e che hanno buone idee per la città , proponendosi come canalizzatore di energie e aggregatore di forze e competenze provenienti dal basso, sorretto da una filosofia molto chiara: attraverso la collaborazione dei singoli si pongono le basi per una città a misura di cittadino.



Lascia un commento