Città intesa come comunità di cittadini, quindi attenzione rivolta al ruolo di questi nel contesto urbano
Effetto Labsus

Labsus e la Città Solidale al Festival del Diritto

Labsus al Festival del Diritto 2012

Come già anticipato quest'estate, Labsus, con il direttore Christian Iaione, ha partecipato alla V edizione del Festival del Diritto, tenutosi a Piacenza dal 27 al 30 settembre. Un contributo tecnico alla questione della città come centro di solidarietà , un'occasione per condividere con le amministrazioni comunali l'esperienza e le idee su concetti quali sussidiarietà e beni comuni.


Nella cornice di un evento di portata nazionale quale il Festival del Diritto, il concetto di solidarietà trova spunti di riflessione nuovi e costruttivi se applicato ai principi di sussidiarietà e tutela dei beni comuni. All’appuntamento in cui era presente Christian Iaione, coordinati da Ruggiero Po, hanno partecipato i sindaci di Verona, Flavio Tosi, e Lodi, Lorenzo Guerini, oltre all’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi. Titolo del panel era “La città solidale”. Città intesa come comunità di cittadini, quindi attenzione rivolta al ruolo di questi nel contesto urbano. Un obiettivo cui giungere, quello di città partecipate dagli stessi abitanti, attraverso la cura della coesione sociale e il coinvolgimento dei cittadini nel nome del senso di responsabilità e della solidarietà , in altre parole l’applicazione pratica del principio di sussidiarietà orizzontale.

Nel suo intervento il direttore di Labsus ha sottolineato come libertà e responsabilità siano le basi per la formazione di un pensiero condiviso di gestione dell’assetto urbano e di tutela dei beni comuni della città . Citando Pietro Calamandrei e il suo “discorso ai giovani”, Christian Iaione ha posto le fondamenta per un ragionamento che preveda la “messa a sistema” dei cittadini come una possibile, quanto credibile, soluzione all’attuale situazione sociale che richiede un cambiamento nel modo di concepire l’amministrazione pubblica. Da qui la proposta lanciata ai sindaci presenti(e non) di ripensare e ampliare la loro fondamentale funzione in relazione alla loro stessa vicinanza al singolo. Una funzione di imprenditoria, di regia e di controllo delle energie dei cittadini volte alla gestione di quanto hanno in comune in modo da ottimizzare i risultati e ridurre i costi. Un modello di condivisione e alleanza tra amministrazioni e cittadini forte di due strumenti: la gestione collettiva e le buone pratiche quotidiane del singolo.

Nel corso del dibattito è stato presentata l’iniziativa di Labsus “Rock your school”. Un progetto ben accolto dai presenti che attraverso quest’ultimo hanno potuto riflettere sulla convenienza del volontariato per la tutela dei beni comuni e sul ruolo dei giovani in queste nuove prospettive di gestione e sviluppo. Una convenienza per il singolo oltre che per la comunità , una convenienza “civile” oltre che economica.



Lascia un commento