L'agricoltura civica persegue il bene comune
Gli Appuntamenti

Gregorio Arena giudice della premiazione dell ‘ Agricoltura civica award 2013

Ospite d ' onore Pierre Rabhi, il contadino poeta

aicareSabato 1 giugno a Torino, nell'ambito del Festival "Per sentieri e remiganti", si terrà la premiazione della terza edizione dell'Agricoltura civica award di AiCARE - Agenzia italiana per la campagna e l'agricoltura responsabile ed etica. Il presidente di Labsus Gregorio Arena, giudice del premio, parteciperà alla tavola rotonda "Come costruire oggi il cambiamento" sul tema dell'agricoltura civica. L'appuntamento è all'Auditorium Cottolengo, Via Cottolengo 12, Torino.

Agricoltura civica award è un concorso biennale il cui obiettivo è quello di far emergere le pratiche di Agricoltura Civica presenti nel Paese, per farle incontrare tra loro e conoscere dalla collettività in modo da creare una conoscenza condivisa ed allargata di queste importanti forme di innovazione sociale. L’Award è patrocinato dall’INEA – Istituto Nazionale di Economia Agraria, organizzato da AiCARE e dal blog Il Lombrico Sociale, in partenariato con Gruppo del Cerchio, Festival Per sentieri e remiganti, LIBERA – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Fondazione Campagna Amica, Grow the Planet, RuraLand – campagna di comunicazione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, le Università degli Studi della Tuscia e di Pisa, Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà , Agri@Tour – Salone Nazionale dell’Agriturismo, AgriGiochiAmo, Extrascape – Concorso internazionale per i migliori oli extravergini di oliva e il miglior paesaggio olivicolo.

Come anticipato le votazioni online delle migliori pratiche si sono concluse il 5 maggio, qui è possibile conoscere i finalisti di ogni categoria.

Dal sito di AiCARE si legge: “L’Agricoltura Responsabile ed Etica si ispira al concetto di agricoltura civica (T.A. Lyson, 1999). Quest’ultima persegue il bene comune che, secondo i principi dell’economia civile (L. Bruni e S. Zamagni, 24), è il risultato di tutti i livelli di benessere dei singoli individui di una collettività . Per questa ragione, l’agricoltura civica si fonda sul coinvolgimento delle comunità locali e dei cittadini, abbraccia sistemi di produzione e di commercializzazione innovativi, e rappresenta una visione della società fondata su pratiche sociali, economiche e ambientali sostenibili, sull’etica, sul senso di responsabilità , sulla reciprocità “.

Il programma completo dell’evento:

15.-15.3 – Accoglienza e saluti di benvenuto

Live Music a cura del Gruppo del Cerchio

15.3-16:1

AGRICOLTURA CIVICA IERI

Premiazione Agricoltura Civica Award 213

Live Music a cura del Gruppo del Cerchio

16.1-17.5

AGRICOLTURA CIVICA OGGI

Tavola rotonda: Come costruire oggi il cambiamento

Modera: Luca Mercalli (climatologo, saggista)

Partecipanti: Francesco Di Iacovo (Università di Pisa), Saverio Senni (Università della Tuscia),Toni De Amicis (direttore generale Fondazione Campagna Amica), Francesca Rispoli(coordinatrice nazionale Libera), Leonardo Masani (ricercatore Inea), Roberto Weber(presidente Swg), Carlo Hausmann (coordinatore tecnico-scientifico Agrietour), Paolo Onelli(LUMSA Università ), Gregorio Arena (presidente Labsus)

Live Music a cura del Gruppo del Cerchio

17.5-18.2

AGRICOLTURA CIVICA DOMANI

Intervento di Pierre Rabhi (Mouvement Colibrìs)



Lascia un commento