fbpx

"La Casa del Volontariato di Gela è lo spazio della comunità  civile impegnata a realizzare il bene comune"
Storie e notizie

A Gela nasce la Casa del Volontariato

Una rete di associazioni territoriali coordinate da MoVI Gela riqualifica un vecchio edificio

gela_MOVISi coltiva la cittadinanza in una vecchia scuola abbandonata e rimessa a nuovo da una rete di associazioni territoriali di Gela che, con la collaborazione del Comune, hanno recuperato la struttura garantendo servizi per la collettività . E' nata cosìla Casa del volontariato un vero e proprio "centro di educazione permanente alla cittadinanza attiva e alla solidarietà ".

L’edificio, di proprietà  del Comune, è stato dato dall’amministrazione in convenzione di comodato d’uso gratuito a tempo indeterminato all’associazione “Casa del volontariato” che si è costituita ad hoc per la gestione del centro. Le attività  hanno preso il via già  nel 2005 e hanno puntato al recupero di spazi interni ed esterni della struttura. Sono stati piantati alberi, ripulite e imbiancate le aule che sono diventate una sorta di laboratorio partecipato dove cittadini volontari si prendono cura di altri cittadini e forniscono servizi utili alla collettività .

“La Casa del Volontariato di Gela è uno spazio permanente di educazione alla convivenza democratica, è lo spazio della comunità  civile impegnata a realizzare il bene comune. Dalla Casa del Volontariato passano ogni anno migliaia di bambini, ragazzi e giovani, famiglie, soggetti ai margini, anziani, insomma cittadini che sperimentano il senso della cittadinanza che trova nella solidarietà  la propria origine”, spiega a Labsus Vincenzo Madonia componente del MoVi Gela che coordina la rete di associazioni territoriali.

I Laboratori tematici e le attività 

Tanti i laboratori tematici offerti dalla Casa del volontariato con una sala conferenze dedicata a Padre Pino Puglisi, nata grazie al sostegno di diversi imprenditori, e un’aula per l’alfabetizzazione informatica. Ad esempio, tra le attività , vi è il laboratorio permanente di coordinamento e progettazione sociale destinato ad attività  di formazione, vi è poi il laboratorio scuola e volontariato che si pone come luogo di incontro e progettazione tra le scuole di Gela e il mondo del volontariato. Attenzione anche ai temi legati alla lotta alla povertà , con il laboratorio tematico che “prevede la distribuzione di alimenti a famiglie in difficoltà , attività  di recupero scolastico e un centro di ascolto” con la presenza di un’assistente sociale volontaria. La struttura offre anche laboratori dedicati all’educazione alla salute, che si occupa di promuovere iniziative di informazione ed educazione alimentare e colloqui medici e psicologici. Infine, sono previsti anche laboratori per la promozione dell’integrazione sociale di persone con disabilità , un centro di documentazione per le politiche familiari e un laboratorio sulla comunicazione sociale. Quest’ultimo, in collaborazione con le scuole superiori, forma ogni anno cinquanta ragazzi sui temi sociali e su come comunicarli correttamente.

“Oggi, questa struttura – precisa Madonia – permette a uomini e donne di tornare alla origini della parola comunità  per contrastare nichilismo e populismo amplificati da social media che di sociale hanno poco. Questa struttura, che è fondata sul volontariato autentico, permette a tanti di mettere un ‘Mi piace’ concreto e non solo virtuale nella storia della propria vita, mettendosi al servizio della città  e dei suoi abitanti più fragili”.

L’impegno per il territorio

Un impegno costante per la costruzione del senso di comunità  e cura dei beni comuni quello della rete associativa di Gela che si manifesta anche in una recente iniziativa della Casa del Volontariato: gli “Stati Generali della Società  Civile“. “Dieci giorni di lavori e laboratori – spiega Madonia – che hanno ‘costretto’ cittadini e istituzioni ad un confronto orientato alla costruzione di un progetto di città  condivisa”. E le attività  in programma non si fermano qui.

“Siamo già  pronti alla seconda annualità  del ‘Passaporto del Volontariato‘ – conclude – esperienza realizzata in collaborazione con tutte le scuole che permette a centinaia di ragazzi di scoprire il senso della parola ‘servire’ attraverso l’impegno nelle associazioni della città  di Gela”.

gallo@labsus.net

Twitter: @AngelaGallo1

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento