I rugbisti fanno gioco di squadra per ripulire l ' isola
Notizie Notizie

“Un volontario per amico”: la squadra di rugby amica di Ponza

I giocatori dell ' Iride Cologno Monzese si offrono volontari per ripulire l ' isola

L ' isola di Ponza, da domenica 18 maggio a venerdì22 maggio, ha ospitato quattro giocatori della squadra di rugby Iride Cologno Monzese che si sono offerti come volontari nell ' ambito del progetto " Un volontario per amico " lanciato dalla Pro Loco di Ponza. Il capitano della squadra, Giacomo Taglietti, ha proposto l ' idea ai suoi compagni che " hanno fatto gioco di squadra con lui " e l ' hanno appoggiato nel dare un esempio di senso civico nel ripulire spiagge e sentieri.

Il progetto Un volontario per amico promosso dalla Pro Loco di Ponza con il patrocinio del Comune, consiste nell’ospitare gratuitamente sull’isola quattro volontari a settimana (dalla domenica al venerdì) in cambio di lavoro volontario nella pulizia di spiagge, strade, sentieri, siti archeologici e riqualificazione di aree turistiche con il supporto dei dipendenti della Pro Loco. Ad ogni partecipante viene fornito un kit ecologico con tutti gli strumenti necessari alla raccolta dei rifiuti e un cappellino di riconoscimento. Tale progetto costituisce un esempio di come conservare il patrimonio ambientale e culturale di un territorio con l’aiuto dei cittadini stessi che possono ammirare, allo stesso tempo, le bellezze che stanno preservando.

I rugbisti dal ” cuore verde ”

Dopo aver conquistato la serie C1 con la loro squadra Iride Cologno Monzese quattro giocatori hanno deciso di dare il loro contributo all’iniziativa ponzese per una settimana. Hanno ricevuto un alloggio con quattro posti letto e cucina ed in cambio hanno lavorato 6,40 ore al giorno, aiutando i dipendenti della Pro Loco. Nel loro tempo libero hanno avuto la possibilità di ammirare le bellezze naturali del posto, partecipando anche alle attività organizzate durante la stagione turistica. Questi ragazzi hanno messo in campo tutte le loro forze ripulendo spiagge, sentieri, facendo su e giù per i pendii dell’isola, armati di machete, ammirando panorami emozionanti. Avrebbero dovuto ripulire anche la ” selvaggia ” isola di Palmarola, un’area naturale ancora incontaminata, senza abitazioni ed elettricità , ma il maltempo non ha permesso loro di raggiungerla. I ragazzi hanno dimostrato come il ” gioco di squadra ” possa essere usato in svariati campi: dal campo di rugby al ” campo ” di Ponza per ripulire un patrimonio che appartiene a tutti, mostrando un grande esempio di generosità .

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento