fbpx

"Due giornate di incontri con esperti dedicate a pratiche innovative di gestione partecipata del terriorio"
Notizie Notizie

“Vivere il paesaggio ” a Fontecchio (AQ), verso un piano regolatore partecipato?

Confronto tra buone pratiche di gestione del territorio

Il comune di Fontecchio, piccolo borgo alle porte de L'Aquila, ha organizzato una due giorni all'insegna di passeggiate, degustazioni di prodotti locali e soprattutto incontri per discutere assieme agli esperti e ai professionisti del settore di buone pratiche di gestione partecipata del territorio.

Il 14 e 15 giugno il comune di Fontecchio (L’Aquila) ha organizzato una due giorni dal titolo “Viver il paesaggio, confronto tra buone pratiche di gestione del territorio”. Si tratta di una serie di incontri, passeggiate e degustazione di vini e prodotti locali che hanno attirato nel piccolo borgo della valle Subequana molte persone, soprattutto coloro che hanno sperimentato metodi alternativi di gestione e valorizzazione del territorio in collaborazione con le amministrazioni comunali. Si tratta di tutte quelle persone che agiscono in difesa dei beni comuni, coinvolgendo le comunità  e i migliori professionisti del settore.
L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio che è partito nel 2010 denominato Borghi Attivi con l’obiettivo di affrontare in modo partecipato la ricostruzione post sismica per disegnare insieme ai cittadini il futuro del territorio e per ritrovare lo spirito della comunità . Oltre al comune di Fontecchio partecipano all’iniziativa anche i comuni di Pescomaggiore, Santa Maria del Ponte, Fano Adriano, Civitella Casanova, quelli più colpiti dal terremoto. Il progetto ha coinvolto i singoli abitanti di questi comuni, chiedendo loro di raccontare la propria storia e quella della loro terra evidenziando gli aspetti positivi ma soprattutto le criticità  per ridisegnarne assieme il futuro. Grazie a tutte queste preziose informazioni è stato redatto lo statuto partecipato del paese: una serie di idee e regole per il futuro che se approvate dai consigli comunali entreranno a far parte del piano di ricostruzione post terremoto e forse anche del nuovo piano regolatore. E’ la prima iniziativa di questo genere attuata in paesi colpiti dal terremoto partendo dalle esigenze di chi in quei territori vive. E allora, quale metodo migliore se non quello di condividere insieme a loro le scelte riguardanti il futuro sviluppo urbanistico ed economico del territorio?

Il programma dell’iniziativa

• Sabato 14 giugno – presso ex Convento di San Francesco a Fontecchio
Ore 9.30 – Saluti istituzionali
– Alessio di Giulio – Presidente Associazione Culturale Pico Fonticulano e ideatore del progetto ” Adotta un sentiero” (iniziativa che permette a soggetti pubblici e privati di prendere sotto la propria custodia un bene comune come ad esempio un sentiero di montagna, avviando una collaborazione tra publico e privata per il rilevamento di eventuali problematiche, per renderlo in fine fruibile a tutti)
– Sabrina Ciancone – Sindaco di Fontecchio
– Rappresentante Fondazione Carispaq (Cassa di risparmio della provincia dell’Aquila con scopi filatropici, di interesse comune legati per lo più all’arte, alla ricerca scientifica, all’istruzione, al volontariato soprattutto nella provincia dell’Aquila)
– Alessia Zabinato- Comitato Tecnico Aree interne del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica.
Ore 10.00 – I sessione lavori – LA GESTIONE PARTECIPATA DEI TERRITORI
– Aurelio Manzi: Uso collettivo dei beni di produzione, il caso di Pescocostanzo
– Luigi Artebani: L’università  agraria di Allumiere.
– Adirano Ciani: I contratti di gestione territoriale, principi ed esperienze.
– Serena Ciabò – Il processo di multilevel governance nelle aree rurali del Comune di Atri.
– Massimo Pellegrini – Piano di Sviluppo Rurale per la manutenzione del Paesaggio.
Ore 12.30 – Visita guidata sui sentieri ” adottati ” a Fontecchio
Ore 13.30 – Pranzo presso la sede dell’Associazione Pico Fonticulano, in giardino pensile con vista sul Borgo di Fontecchio.
Ore 15 – II sessione. Presso sede Associazione Pico Fonticulano a Fontecchio – ” ADOTTARE ” UN BENE COMUNE
– C.Zonta – Il recupero degli antichi terrazzamenti nel Canale del Brenta: Il progetto “Adotta un Terrazzamento”.
– Bartoli Maurizio – La valorizzazione dell’accessibilità  nelle aree protette: l’esperienza “adotta un sentiero” nella Riserva Naturale Statale ” Gola del Furlo ” .
– Domenico Cerasoli – Presentazione del progetto Adotta un Sentiero a Fontecchio.
Ore 16.30 – III sessione – LA GESTIONE SOSTENIBILE DEI CORSI D’ACQUA
– M.Bacci, G.Gusmaroli – Dalle politiche alle azioni con le comunità : l’esperienza dei Contratti di Fiume in Europa e in Italia
– Mario Clerici: L’esperienza dei Contratti di Fiume in Lombardia.
– Giusy Pappalardo – Il Patto di Fiume della Valle dl Simeto: un’esperienza di ricerca-azione partecipata
– Teresa Ciambellini – Presentazione del progetto Contratto di Fiume nella Media Valle dell’Aterno.
Ore 18 – Concerto di musica popolare abruzzese e aperitivo.
• Domenica 15 giugno. Presso sede Oasi Faunistica del Capriolo Fontecchio
Ore 10.00 – IV sessione – LA GESTIONE SOSTENIBILE DEI BOSCHI E DEI PASCOLI
– Nadia Carestiato: La gestione dei boschi nell’area montana della Carnia e Val Canale.
– Pedro Regado – La gestione dei boschi nella riserva naturalistica dello Shouf in Libano
– Pina Leone – La mitigazione e la gestione dei conflitti nella conservazione: l’esperienza del Parco Nazioale del Gran Sasso e Monti della Laga.
– Nunzio Marcelli – I pastori di Comunità : un nuovo progetto di gestione dei boschi.
– Alessio di Giulio: Presentazione del progetto di gestione boschi sugli Usi Civici di Fontecchio
Ore 12.30 – VISITA AI BUONI CASI DI GESTIONE TERRITORIALE IN ABRUZZO.
– Partenza in Autobus per Anversa degli Abruzzi (Aq) e visita all’Agriturismo ” Porta dei Parchi ” , con pranzo a base di prodotti tipici.
– Visita a progetti di recupero di terre montane per colture tradizionali nei pressi del borgo di Secinaro (Aq).
– Visita all’Azienda Agricola Vigna di More di Goriano Valli (Aq) con degustazione di vino locale.
Ore 18.00 – Rientro a Fontecchio e saluti finali.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento