#Storiedicittà , "è nella quotidianità , nella vita di tutti i giorni, lontana dalle cronache urlate, che si può capire cosa succede nelle nostre città "
Notizie Notizie

#Storiedicittà , al via il contest lanciato da Cittalia e Arci sull’integrazione

Fino all'11 ottobre è possibile partecipare al bando per raccontare l'Italia dell'integrazione

Cittalia - Fondazione ricerche dell'Anci ed Arci, in collaborazione con UNAR - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, lanciano il concorso "Cosa succede in città ". Il bando, rivolto ad associazioni, ONG, scuole, comunità di stranieri, università , enti pubblici locali e a tutti i cittadini e residenti sul territorio nazionale interessati a partecipare, promuove la realizzazione di prodotti culturali aventi ad oggetto il tema "città , migranti e stereotipi".

Come combattere gli stereotipi raccontando l’integrazione nelle nostre città ? Arriva il bando promosso da Cittalia e da Arci “Cosa succede in città ” che si propone di affrontare il tema ” città , migranti e stereotipi ” attraverso l’utilizzo di differenti strumenti di comunicazione multimediale (foto, video, reportage, articoli) raccogliendo cosìgli sguardi e le voci di chi vive e osserva la realtà .
“E’ nella quotidianità , infatti, nella vita di tutti i giorni, lontana dalle cronache urlate, che si può capire cosa succede nelle nostre città “, sottolineano gli organizzatori.

#Storiedicittà , come partecipare

Il concorso prevede la possibilità di partecipazione in quattro tipologie di prodotti culturali (foto, video, disegno/fumetto, manifesto) e due sotto-categorie di età (14-25 e 26-38 anni). Le finalità , il regolamento con le modalità di partecipazione e tutte le informazioni complete possono essere trovati sul sito www.coseincittà .it, che funziona come piattaforma elettronica sulla quale i partecipanti potranno caricare direttamente le loro creazioni. I lavori dovranno essere presentati entro l’11 ottobre.
I partecipanti avranno inoltre la possibilità di promuovere i loro lavori sui social network utilizzando l’hashtag #storiedicittà . Sono previsti dei premi per i migliori lavori, che saranno giudicati sia dagli utenti del web – i quali potranno “votare” le opere migliori – sia da una giuria qualificata composta da professionisti delle arti e da esperti della tematica, secondo un criterio misto di assegnazione del punteggio.
Il concorso s’inserisce all’interno delle attività italiane del progetto europeo “BEAMS – Abbattere gli atteggiamenti europei e gli stereotipi nei confronti dei migranti e delle minoranze“, finanziato dal Programma “Diritti fondamentali e cittadinanza” dell’Unione europea, ed intende proseguire il percorso di coinvolgimento e confronto con le comunità locali delle città italiane già avviato da Cittalia nei mesi scorsi attraverso la realizzazione di produzioni artistiche e culturali che diffondano e promuovano, a livello nazionale ed europeo, le tematiche dell’inclusione sociale e del contrasto agli stereotipi.

Per maggiori informazioni:
Sito del bando “Cosa succede in città “
Pagina Facebook
Ufficio stampa Arci Roma:
Roberta Alonzi – 340/0714426
Andreina Albano – 348/3419402

LEGGI ANCHE:
I nuovi cittadini italiani
Anci Toscana per le seconde generazioni
Scuola Pisacane, una potenziale scuola di comunità multietnica
Le diversità linguistiche degli stranieri in Italia

 

 



Lascia un commento