Affrontare in maniera smart i cambiamenti climatici: le città resilienti
Notizie Notizie

Biennale dello spazio pubblico, a Roma si parla di città resilienti

Una giornata di incontri dedicata alle città resilienti e ai nuovi attori della rigenerazione urbana

Il 22 Maggio presso il Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre, situato in Largo Giovanni Battista Marzi, 10 - (Ex Mattatoio), avrà luogo il seminario: "Città resilienti, spazi pubblici e nuovi attori della rigenerazione urbana", organizzato dalla Commissione " Città resilienti motori di sviluppo " dell ' Inu (Istituto Nazionale di Urbanistica Associazione di protezione ambientale) e coordinato dal docente ed esperto Carlo Gasparrini.

città resilienti, ambiente, smart city.

Il seminario è uno degli eventi conclusivi previsti nell’ambito della Biennale dello Spazio Pubblico 2015, evento ormai giunto alla sua III edizione che attraverso incontri e seminari rivolti a cittadini, amministratori, enti ed istituzioni, pone in risalto esempi e buone pratiche nella valorizzazione e gestione degli spazi pubblici urbani.

Città resilienti motore di sviluppo

Obiettivo del workshop è quello di valorizzare e analizzare il concetto di città resiliente, inteso come capacità delle città di rispondere ed adattarsi in maniera tempestiva al cambiamento climatico. Durante la giornata verranno affrontati i temi cardine della Commissione ” Città resilienti motori di sviluppo ” che sempre più stanno entrando nel dibattito pubblico.
La centralità urbanistica di alcuni beni comuni per migliorare la fruizione e la qualità delle città , lo sviluppo sostenibile, le infrastrutture verdi, blu, slow e smart ed i programmi di adattamento ai cambiamenti climatici nelle politiche urbane e nelle strategie urbanistiche sono solo alcuni dei temi che verranno discussi nel corso del seminario grazie al contributo dei componenti della Commissione, esperti delle associazioni di settore e della pubblica amministrazione.

Il programma

Ore 9.00

Inizio del seminario con gli interventi di Giovanni Bello, Daniele Cannatella, Emanuela De Marco, Sabrina Sposito e Anna Terracciano che esporranno: “Verso una Mappa dell’Italia resiliente ” ,una rassegna di piani e progetti a cura della Commissione.

Ore 9.30

Si prosegue con l’intervento di Carlo Gasparrini sul tema dell’ “Urbanistica della resilienza per la città contemporanea. ”

A termine degli interventi verranno predisposti due tavoli di lavoro.

Ore 9.45-11.45

Primo tavolo dal titolo: ” Prove di resilienza nelle città italiane ” che vedrà affrontati i seguenti temi: strategie e tattiche virtuose adottate nelle città italiane, le infrastrutture ambientali blu, verdi e slow, il riciclo della città esistente per contrastare il consumo di suolo ed il protagonismo sociale dei beni comuni nella nuova economia urbana.
Questo tavolo verrà coordinato dall’Assessore all’Urbanistica di Bologna Patrizia Gabellini e vedrà la partecipazione, tra gli altri, degli assessori all’urbanistica delle città di Roma, Torino, Napoli e Messina.

Ore 11.45-13.30

Il secondo tavolo ha come tema: ” Resilienza delle città e strategie europee e nazionali ” , in questa sede si affronterà la questione ambientale e resilienza delle città nell’Agenda urbana europea e italiana, gli strumenti e programmi di adattamento ai cambiamenti climatici nelle politiche urbane e nelle strategie urbanistiche, Mayors adapt, Climate Alliance, PON Metro e fondi strutturali e politiche di coesione.
I lavori sono coordinati da Franco Rossi, vicepresidente dell’ Inu.

Ore 13.30

Termine dei lavori, si prevede un momento di sintesi a cura di Carlo Gasparrini e la presentazione delle conclusioni finali da parte del Presidente dell’ Inu Silvia Viviani.

Leggi anche:



Lascia un commento