Impresa sociale, riforma Terzo Settore, fiera beni comuni, welfare civile, sviluppo locale e amministrazione condivisa
Gli Appuntamenti

L’agenda di Labsus: gli appuntamenti di maggio

Da Napoli a Trento passando per Pontecorvo, Roma e Pistoia

Maggio sarà una mese ricco di appuntamenti per Labsus. Il 12 e 13 maggio il presidente Arena interverrà a Roma rispettivamente ai convegni organizzati da Iris network e dalla Fondazione Roma. Valentina Grassi parteciperà alla Fiera dei beni comuni organizzata dal CSV di Napoli il 15 maggio; sempre il 15 Gregorio Arena sarà a Pistoia per discutere della riforma del Terzo Settore mentre il 19 parteciperà a Trento ad un incontro del progetto Italia in comune. Infine il 17 maggio il caporedattore centrale Fabrizio Rostelli interverrà alla Festa della cittadinanza organizzata dall'associazione Agorà a Pontecorvo (Frosinone).
In allegato i dettagli e le locandine degli eventi.

gregorio arena beni comuni labsus

Il 12 maggio (ore 16.30 presso Piazza della Pillotta 4 – Roma eventi sala Leopardi, Roma) Gregorio Arena parteciperà alla presentazione del rapporto di Iris Network sul tema dell’impresa sociale in Italia a cura di Carlo Borzaga e Flaviano Zandonai. Arena interverrà alla tavola rotonda “Il nonprofit come bacino di una nuova imprenditoria sociale”, coordinata da Pietro Barbieri (portavoce Forum Nazionale Terzo Settore), insieme all’On. Luigi Bobba e all’On. Donata Lenzi. Qui la locandina dell’evento.

Il 13 maggio sempre a Roma (ore 15 presso Palazzo Sciarra), il presidente di Labsus parteciperà al convegno “Lo sviluppo delle comunità locali: il ruolo del welfare civile” organizzato dalla Fondazione Roma.
Nel solco del mai sopito impegno volto ad approfondire il tema del rinnovamento del sistema di welfare, la Fondazione Roma, nella veste di think tank attento e propositivo, intende riproporre al decisore politico ed all’opinione pubblica l’indifferibilità di un profondo rinnovamento della rete di protezione sociale, che tenga conto della riduzione di risorse messe a disposizione dal soggetto pubblico e della crescente richiesta di tutele da parte della collettività . Secondo il presidente della Fondazione Roma Emmanuele Emanuele “La strada da percorrere, è stata da me indicata e si chiama ” terzo pilastro ” , e contempla il coinvolgimento diretto e con pari dignità rispetto agli altri soggetti della società civile organizzata, di quella parte sana del Paese che è in grado di lavorare con competenza e generosità , per rispondere ai bisogni delle comunità locali“.
La Fondazione Roma torna a sollecitare una riflessione sul tema, condividendo gli esiti di due iniziative realizzate grazie al suo supporto, che hanno dimostrato la sostenibilità del welfare civile sia sul piano economico-finanziario, sia su quello territoriale.
In allegato il programma dettagliato dell’evento.

Fiera dei beni comuni a Napoli

Torna a maggio anche la Fiera dei beni comuni, la due giorni organizzata dal CSV di Napoli che animerà la città con un calendario di appuntamenti che coinvolgeranno il mondo del Terzo Settore, dell’associazionismo e dei giovani, con l’obiettivo principale di promuovere l’agire solidale tra la cittadinanza, offrendo visibilità alle buone prassi del volontariato locale. Molte le attività in programma tra cui tavole rotonde, workshop, convegni, seminari, laboratori e spettacoli musicali.
Valentina Grassi (caporedattrice dela sezione Beni comuni di Labsus) parteciperà alla tavola rotonda che si svolgerà il 15 maggio.

L’evento rappresenta un momento di grande coinvolgimento e aggregazione, un’occasione per sensibilizzare i cittadini alla sostenibilità , alla legalità e alla solidarietà , per riflettere in modo critico sugli stili di vita e sul rispetto dei beni comuni, per diffondere buone prassi e condividere comportamenti consapevoli.
In particolare, un focus sarà dedicato ai temi dello spreco alimentare e della sostenibilità ambientale; infatti, tra le tante iniziative, quest’anno alla Fiera farà tappa l’Expo dei Popoli, il forum internazionale della società civile e dei movimenti contadini, che si svolgerà a Milano dal 3 al 5 giugno 2015 per rispondere alla sfida di Expo2015 “nutrire il Pianeta”, offrendo l’opportunità di affiancare le voci dei popoli a quelle dei governi e delle imprese transnazionali.
Come nelle scorse edizioni, è previsto uno spazio espositivo che permetterà alle associazioni di volontariato di Napoli e provincia di promuovere la propria attività e condividere con la cittadinanza l’impegno per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio. La Fiera dei Beni Comuni fa parte del network nazionale “I Cantieri del Bene Comune”, la rete di appuntamenti culturali ed espositivi che si svolgono sul territorio nazionale con l’obiettivo di imporsi all’attenzione pubblica non soltanto per accendere i riflettori sul mondo del Terzo Settore, ma anche per proporre una visione allargata sui temi di più grande attualità .

Pistoia e Trento

Intervenire, in forma costruttiva, nel dibattito pubblico animato dalla presentazione del disegno di legge del Governo approvato il 9 aprile 2015 dalla Camera dei deputati ed ora all’esame del Senato. Questo lo scopo dell’evento “Terzo Settore: la riforma che vorremmo” organizzato il 15 maggio (dalle ore 9.30 presso la Sala maggiore del comune di Pistoia) dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Pistoia, col patrocinio del comune di Pistoia. Non un evento (solamente) formativo sui contenuti della riforma, né un incontro (puramente) divulgativo nei confronti della pubblica opinione, ma un momento di raccolta delle osservazioni provenienti dagli studiosi della materia, dai professionisti di settore e dagli operatori per sostenere ed orientare il percorso parlamentare del disegno di legge che sta riscrivendo il futuro del del territorio pistoiese.
Il prof. Gregorio Arena interverrà con una relazione finale al termine della giornata; in allegato il programma dell’evento.

Infine il 19 maggio (dalle ore 15 alle 19) a Trento si terrà il primo incontro formativo del programma Italia in Comune, patrocinato da Labsus.
Tali lezioni vogliono fornire ai partecipanti al progetto uno strumentario di conoscenze utili a comprendere come l’impegno dei cittadini, singoli ed associati, possa contribuire alla cura dei beni comuni materiali ed immateriali, ed in particolare dell’economia, dell’ambiente e dell’istruzione.
L’obiettivo è quello di riuscire ad associare approfondimenti tecnico-teorici sui rispettivi argomenti alla conoscenza concreta di realtà e persone capaci di mostrarci il loro modo di lavorare, di pensare e di innovare il loro essere cittadini all’interno delle società in cui operano.

L’incontro dal titolo “L’esperienza di Labsus e la sussidiarietà orizzontale come mezzo per liberare energie nuove nelle nostre città ” sarà condotto dal prof. Gregorio Arena e dal dott. Federico Zappini.
Spesso molti cittadini nel prendersi cura quotidianamente delle loro città compiono azioni utili alla comunità intera. Tali interventi, affiancandosi e talvolta sostituendo l’intervento dell’Ente pubblico, necessitano di essere sostenuti o almeno non ostacolati da quest’ultimo, in un’ottica di cooperazione e reciproco arricchimento. Arena spiegherà come tale processo, tendente al raggiungimento di ciò che i giuristi definiscono ” sussidiarietà orizzontale ” , possa essere incentivato dalle amministrazioni pubbliche ed accompagnato dai cittadini. Verranno illustrate le attività e la realtà di Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà e di quell’insieme di comuni, associazioni e gruppi che in tutta Italia hanno sviluppato iniziative di tutela della cosa pubblica avvalendosi degli strumenti proposti dallo stesso laboratorio.
Federico Zappini porterà la sua esperienza di animatore di comunità e promotore di un primo esperimento di cooperazione tra pubblico e privato secondo il modello delle social street nella città di Trento.

Festa della Cittadinanza a Pontecorvo

Il 17 maggio il caporedattore centrale di Labsus Fabrizio Rostelli, responsabile anche del progetto “Rock your School“, interverrà alla Festa della Cittadinanza organizzata a Pontecorvo (in provincia di Frosinone) dall’associazione Agorà – Condividiamo le nostre idee (Agorà è stata promotrice del progetto “Museo diffuso di Sant Rock & Roll“).
Durante la festa, che si terrà presso la Villa comunale, si alterneranno dibattiti con i candidati sindaco alle prossime elezioni amministrative, laboratori ludici di riciclo e un dibattito conclusivo nel quale si affronteranno i temi dell’amministrazione condivisa, della cura dei beni comuni e della partecipazione civica (il programma e la locandina sono in allegato).

 

 



Lascia un commento