Un'occasione per valorizzare e mettere in rete le tante esperienze di cittadinanza attiva già esistenti sul territorio
Notizie Notizie

#BeniComunInUnione, un percorso partecipativo nel bolognese

Sabato 20 febbraio la presentazione del progetto a Monterenzio

Nel bolognese, l ' Unione dei Comuni Savena Idice promuove un percorso di democrazia partecipativa per la definizione di Linee Guida condivise sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione e la manutenzione dei beni comuni. Le attività saranno presentate ad un incontro pubblico nella Sala Consiliare del Comune di Monterenzio sabato 20 Febbraio alle ore 10.00.

Le richieste dei cittadini di prendersi cura del proprio territorio sono sempre più numerose, anche e soprattutto nelle piccole realtà , in cui solidarietà e attivimismo civico sono ormai prassi quotidiana. Questo fermento e questo desiderio di partecipare attivamente alla cura del proprio terriorio è abbastanza visibile e diffuso, già da un po’ di tempo, anche nei Comuni dell’Unione Savena Idice, nella provincia di Bologna. Da qui l’idea degli Amministratori dei 5 Comuni dell’Unione, Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Pianoro e Ozzano dell’Emilia, di lavorare in sinergia a un nuovo progetto da candidare al bando regionale sulla partecipazione (Lr. 3/2010). Un percorso partecipativo sulla tematica dei beni comuni, e delle modalità di collaborazione pubblico-private da attivare per la loro gestione e salvaguardia, che coinvolga tutta la Comunità locale (amministratori, funzionari comunali, realtà organizzate, cittadini attivi). Quale migliore occasione per trasformare i cittadini da portatori di bisogni a portatori di soluzioni!

Attività e strumenti

L’idea risulta vincente e, grazie al sostegno economico della Regione Emilia Romagna (con un finanziamento di € 19.800), prende avvio a novembre il percorso partecipativo #BeniComunInUnione, che offre opportunità di confronto, approfondimento e dibattito per identificare proposte condivise dai 5 territori comunali sul tema della collaborazione tra cittadini e Amministrazioni, dell’Amministrazione condivisa, della cura e manutenzione dei ” beni comuni ” e degli interessi generali da parte dei cittadini attivi e delle associazioni. Il percorso ha attivato nella sua prima fase (da novembre a gennaio) un gruppo di lavoro interno tra gli uffici dei 5 Comuni dell’Unione che si è confrontato su diverse questioni e ha partecipato con interesse a una serie di Focus Group e a un Seminario informativo. A Marzo e ad Aprile 2016 prevede l’attivazione del Tavolo di Negoziazione – strumento di partecipazione previsto dalla L.R. 3/2010, composto dalle realtà organizzate del territorio che vi aderiscono formalmente – e di un evento partecipativo – World Cafè – per ciascun territorio comunale, rivolto ad associazioni e cittadini attivi che vogliano confrontarsi su beni comuni, spazi, servizi, interessi generali presenti sul territorio e bisognosi di cura e manutenzione condivisa. L’obiettivo finale è la formulazione di un ” Documento di proposta partecipata ” che conterrà delle Linee Guida condivise con indicazioni e proposte per i 5 Comuni, da usare per uniformare a livello di Unione gli strumenti normativi, esistenti o da produrre, in materia di gestione condivisa dei ” beni comuni ” . Questo documento, frutto del lavoro di sei intensi ” mesi partecipativi ” , verrà inviato al Tecnico di Garanzia della Regione ER e successivamente inoltrato ai Consigli dei 5 Comuni dell’Unione affinché questi ultimi le utilizzino per gli atti di loro competenza (i Regolamenti comunali sulla collaborazione tra Amministrazione e cittadini per la gestione dei beni comuni).
” Questo progetto rappresenta l’occasione per valorizzare e mettere in rete le tante esperienze di cittadinanza attiva già esistenti nel nostro territorio. Il confronto, la partecipazione e la collaborazione ” – afferma il Presidente dell’Unione dei Comuni Savena Idice Gabriele Minghetti e Sindaco del Comune di Pianoro – ” rappresentano gli ingredienti essenziali di una Amministrazione condivisa. Per questo motivo abbiamo deciso di coinvolgere le realtà organizzate e i cittadini in un percorso strutturato che consenta di individuare indicazioni condivise da tutti i comuni per una gestione partecipata dei beni pubblici ” .

Appuntamento a Monterenzio per conoscere il progetto

Le attività del percorso partecipativo e del Tavolo di Negoziazione saranno presentate ad un incontro pubblico nella Sala Consiliare del Comune di Monterenzio sabato 20 Febbraio alle ore 10.00. L’incontro è rivolto alle realtà organizzate attive nei 5 Comuni dell’Unione (associazioni locali e di categoria, gruppi politici, gruppi informali, ordini professionali, cooperative, istituti scolastici, enti e organismi territoriali, ecc…) nonché ai cittadini interessati alle tematiche connesse alla gestione condivisa dei Beni Comuni. L’invito è quindi rivolto a tutta la Comunità locale! E non dimentiachiamoci che, come sostiene con convinzione l’Assessore Raffaele Tomba del Comune di Monterenzio, ” partecipare attivamente alla valorizazzione del bene comune, cooperando con le strutture comunali alla gestione dei patrimoni urbani, ambientali e paesaggistici, significa contribuire, nel proprio piccolo, al miglioramento della vita della collettività . Realizzare attività per il bene comune, anche piccoli gesti, aumenta la qualità della vita e favorisce il benessere individuale ” .

Maria Albanese per Comunità Interattive – Officina per la partecipazione

Contatti e informazioni
e-mail: partecipazione@unionevallisavenaidice.bo.it
Telefono: 051 6527732 Fax: 051/774690
Sito: www.uvsi.it (sezione Beni Comuni)
Facebook: Beni Comuni in Unione

LEGGI ANCHE:

 



Lascia un commento