fbpx
Beni comuni e amministrazione condivisa Notizie Storie e notizie

Piccolo è bello!

A Casperia il Festival delle Eccezioni, alla seconda edizione, si presenta con uno slogan in perfetta controtendenza con i tempi

“Non faremo le cose in grande”, anzi; il tema previsto per la Seconda edizione del Festival delle eccezioni è proprio “Il piccolo”.
Piccole impressioni, piccoli passi, piccoli mondi, atomi, gocce e storie piccole. Il piccolo nei comuni e sul territorio. Perché è piccolo il gruppo di giovani creativi che l’ha ideato, promosso e organizzato, l’Associazione culturale Schegge di Cotone, e piccolo il luogo dove si svolge, ai piedi dei monti del reatino. A Casperia (comune di circa 1250 abitanti in provincia di Rieti) dal 20 al 22 settembre, con una serie d’incontri, laboratori, workshop e stand gastronomici. Tutto, naturalmente, gratuito. Punti forti, alcune Tavole rotonde per discutere e ragionare, magari in “piccoli gruppi”, su temi come “Aiutare il pianeta a prendersi cura dei beni comuni piccoli e locali”, relazione di Gregorio Arena, presidente Labsus; e “Piccoli comuni, problemi e opportunità”, con sindaci di alcuni piccoli comuni (Marco Cossu di Casperia; Daniele Raimondi di Marcetelli e Beatrice Sforza di Vivaro Romano e Massimo Castelli responsabile Anci per i piccoli comuni); e poi “Il lato oscuro dell’universo, l’infinitamente piccolo e l’infinitamente lontano”, con Valerio Vagelli dell’ASI.
La prima edizione di questo originale Festival (tra i moltissimi che ormai ravvivano il nostro Paese), “nasceva dalla volontà di approfondire il rapporto dialettico tra regole, caos e creatività, sui confini e limiti come occasione di libertà, sull’eccezione come riflessione rispetto alla normalità”, ha avuto un discreto successo e ha spinto i promotori a continuare su questa linea. Ora la scommessa è incuriosire e non la massa, ma – appunto – anche piccoli ma interessati e attenti gruppi di persone, su un tema in perfetta controtendenza rispetto alle folle che fanno eco ad eventi di cui si parla tanto.

Curiosità: tutto il pubblico del Festival sarà coinvolto nella realizzazione di un arazzo che verrà donato al Comune di Casperia. Punto di partenza la frase dell’artista Maria Lai: “L’opera d’arte occupa un piccolo spazio, ma come l’atomo, può sconvolgere uno spazio immenso”.

Il programma si scarica su http://www.festivaleccezioni.it/