fbpx
Notizie Storie e notizie

BABELE è un progetto, tutt’altro che un’utopia

Meglio: è un progetto per lo scambio di buone pratiche di innovazione sociale giovanile tra i Comuni di Bari e di Bergamo. La call per partecipare e ottenere finanziamenti scade il 18 dicembre
Babele

Il nome non deve ingannare: si chiama BaBeLE, ma è un progetto serio e concreto.

Cos’è?

BaBeLE. Bari – Bergamo Local Energy” è un progetto finanziato dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani tramite il bando Sinergie, che prevede uno scambio di buone pratiche di innovazione sociale giovanile tra i Comuni di Bari e di Bergamo, attraverso Spazio 13 di Bari (Scuola di Pratiche innovative); Maite (Bergamo Alta social club) e Hg80 di Bergamo (Impresa sociale).
Per partecipare al progetto BaBeLe è attiva online una call. Si può scaricare e inviare la candidatura fino al 18 dicembre.

Cosa prevede?

«La call ha l’obiettivo di fornire spazi e finanziamenti per le attività di giovani under 35 che prenderanno parte ad un processo di progettazione partecipata». «Il progetto», si legge nella presentazione sul sito, «mira al trasferimento di un modello di governance delle Politiche giovanili tra Pubbliche Amministrazioni, che sperimenti forme strutturate di dialogo e gestione di network tra realtà giovanili e spazi pubblici».
In particolare «si intende trasferire un insieme di buone pratiche e una modalità di gestione condivisa di spazi pubblici partendo dal modello dell’Ats Spazio 13 di Bari applicandolo nel contesto territoriale di Bergamo, in particolare allo spazio comunale ex Carcere di Sant’Agata e al network degli spazi giovanili comunali».

A chi rivolgersi?

Per qualsiasi domanda, si può può scrivere a bergamo@babele.eu.
Lo staff di BaBeLE – inoltre – dedicherà uno spazio on-line per rispondere alle domande pervenute, mercoledì 9 dicembre ore 18.00.

Foto: ExSA-sunt-communia.-Legami-in-evoluzione