Beni comuni e amministrazione condivisa

Via Bertelli, Milano: il Giardino Nascosto

Un altro spazio restituito al quartiere: il giardino nascosto diventa un bene comune
giardino

Il 26 settembre 2021 è stato firmato il Patto di collaborazione “Giardino Nascosto”. Il Patto intende essere una spinta sempre maggiore verso l’inclusione consapevole e verso la diffusione di buone pratiche per l’ecosistema e la salute. L’obiettivo del Patto è infatti quello di consolidare l’esperienza portata avanti in questi anni, facendo diventare il giardino un luogo per tutti, aperto e fruibile da tutta la cittadinanza e da vivere come luogo d’incontro. Un luogo dove godere del verde, ristorarsi, partecipare ad attività formative e culturali e far pic-nic. Il patto di collaborazione trasformerà infatti il Giardino in un luogo di tutti e non solo destinato ai soci dell’associazione ETC.
L’esperienza maturata in questi anni dai firmatari – Cascina Martesana, l’associazione ETC Ecologia, Turismo e Cultura e il gruppo informale “La Compagnia dell’Orto” – ha messo bene in luce la necessità di portare avanti i lavori di gestione partecipata del gruppo che coinvolgono di volta in volta sempre più partecipanti. Infatti il gruppo Facebook nato solo pochi anni fa, volto a creare “La Compagnia dell’Orto”, è un gruppo indipendente di circa 600 persone interessate alla gestione del giardino ed è in continuo aumento d’iscrizioni.

L’iniziativa rientra nell’ambito di Luoghicomuni, l’azione del programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo orientata alla rigenerazione e alla cura condivisa di spazi aperti collettivi attraverso i Patti di collaborazione, a cura di Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà con la collaborazione tecnica di Italia Nostra.

La Vuelta Frondosa

Un’altra grande novità introdotta dal Patto di collaborazione è la riqualificazione del corridoio che conduce all’ingresso del Giardino. I firmatari, guidati da Italia Nostra Onlus, si occuperanno della posa del cippato, che creerà un sentiero d’ingresso al Giardino. Il progetto però non si esaurisce con la realizzazione del sentiero ma porterà un tocco di colore ispirandosi al Parco Guell di Barcellona, con la realizzazione di panchine realizzate con piastrelle di recupero, posa di fioriere e rastrelliere per biciclette, trasformando così un corridoio buio e poco sicuro in un luogo da vivere. Un altro spazio restituito al quartiere.

Per rimanere aggiornati o partecipare al patto scrivere a: ufficiostampa@cascinamartesana.com