Il Giardino di Cino: nasce uno spazio d’arte urbana a Pistoia

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 11/07/2018
21:00

Luogo
Piazzetta Sant’Atto

Categorie


Un giardino per promuovere la riqualificazione del centro storico attraverso l’arte e la collaborazione sociale

Mercoledì 11 luglio, a partire dalle ore 21, in Piazzetta Sant’Atto e Vicolo dei Bacchettoni, a due passi da Piazza del Duomo, inaugura il Giardino di Cino, un vero e proprio pocket park nel centro storico di Pistoia, volto a riqualificare e rigenerare un angolo dimenticato attraverso l’arte e la partecipazione.

Non solo luogo di incontro e ritrovo in un’area verde nel cuore della città, il Giardino di Cino ospiterà iniziative artistiche e culturali: interventi site-specific di artisti visivi e performativi, incontri, laboratori per e con la cittadinanza.
Nella sua prima serata, realizzata in collaborazione con l’Associazione Teatrale Pistoiese nell’ambito delle attività collaterali del Pistoia Blues 2018, il giardino farà da quinta architettonica al concerto del bravissimo trio romano Youarehere, ai video mapping di Francesco Taddeucci e David Hartono, e ad interventi performativi estemporanei. Alla presenza del sindaco Tomasi, del presidente di Fondazione Caript Iozzelli, Andrea Mati e Fabio Fondatori del Gruppo Mati, Nicolò Begliomini di Tesi Group e Adamo Ascari di Conad del Tirreno, verrà rivelata la prima installazione del giardino, ispirata dalle parole del poeta e giurista Cino da Pistoia, da cui il giardino prende il nome.
Alla base del progetto risiede la convinzione che forme di gestione condivisa fra cittadini, pubblica amministrazione, associazioni siano essenziali per la valorizzazione e la migliore fruizione degli spazi pubblici urbani e al contempo per contribuire al benessere e allo sviluppo del territorio.

Un progetto in divenire

“Abbiamo scelto Vicolo dei Bacchettoni e Piazzetta Sant’Atto perché questo angolo nascosto in pieno centro storico si trova ad oggi abbandonato a frequenti episodi di microcriminalità e vandalismo”, sostiene l’Associazione Culturale Spichisi, ideatrice e curatrice del progetto – “eppure siamo convinti che anche qui risieda un coacervo di energie creative che grazie alle attività del giardino speriamo di intercettare ed incanalare.”
Questo progetto collettivo e partecipato rappresenta uno dei primi esempi sul territorio di messa in atto del Regolamento sui Beni Comuni approvato dal Comune di Pistoia nel 2016. Reso possibile grazie alla sinergia nata tra associazioni, istituzioni e partner quali Fondazione Caript, Mati Piante 1909, Giorgio Tesi Group, Conad del Tirreno, Discover Pistoia, R. Mutt 1917, Agricom, il Giardino di Cino è un progetto in divenire, aperto a chiunque voglia dare il proprio contributo alla sua cura e gestione.
spichisi@gmail.com | FB: Il giardino di Cino