fbpx

I beni comuni sono giovani. Studio degli esiti del bando “Giovani e beni comuni”

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 12/06/2019
16:00 - 19:00

Luogo
Sala Grande, Cesvot

Categorie


In Italia molte esperienze di innovazione sociale degli ultimi anni sono state generate dall’incontro fra giovani e beni comuni. È un fenomeno che incrocia il desiderio di inventarsi: un investimento sperimentale su nuovi profili di competenze accanto alla volontà di prendersi cura dei luoghi di vita, alla qualità delle relazioni di prossimità e all’idea che ognuno abbia una responsabilità rispetto allo sviluppo della propria comunità di vita, professionale e amicale. In Toscana, Cesvot grazie al contributo di Regione Toscana – Giovanisì in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha costruito un’opportunità perché questa tendenza di indiscusso valore (sia per i giovani che per i beni comuni) potesse sperimentarsi e misurarsi all’interno della vita di alcune organizzazioni di volontariato.
L’iniziativa arriva alla conclusione di questo processo ed è un momento prezioso, seppur parziale, per leggere insieme le potenzialità e le fragilità di un percorso che ha provato a coniugare partecipazione giovanile, sviluppo delle organizzazioni e cura della propria comunità. Le domande e il solco su cui l’iniziativa si muove sono: le organizzazioni hanno trovato nella cura del bene comune un processo e una dimensione di crescita e di coinvolgimento dei volontari? Il prendersi cura di un bene comune ha sviluppato più partecipazione e più protagonismo giovanile? Quali sono gli aspetti da evidenziare e potenziare dentro le organizzazioni di questa sperimentazione e quali gli elementi di fragilità su cui riflettere?

Tra gli interventi previsti all’evento del 12 Giugno, ve ne sarà uno di Gregorio Arena, presidente di Labsus, dal titolo “La cura condivisa dei beni comuni come sfida di responsabilità e solidarietà“.

Clicca qui per scaricare il programma.