Il dialogo tra generazioni si ravviva attraverso le antiche tradizioni
Rapporti sociali

Le caldarroste dei nonni

A Imola (BO) i nonni ricordano ai bambini la tradizione di san Martino

Ogni anno, in occasione della tradizionale festa di san Martino, gli anziani del centro sociale del quartiere Zolino si ritrovano per cucinare le caldarroste ai bambini della scuola dell’infanzia del quartiere.
I bambini imparano a non perdere le tradizioni ed entrano in contatto con un mestiere ormai dimenticato.

Un’iniziativa ultraventennale che impegna, da un lato, gli anziani soci del centro sociale e, dall’altro, le insegnanti della scuola dell’infanzia, che ogni anno portano i bambini dai tre ai cinque anni a mangiare le caldarroste.

Un esempio molto semplice, che tuttavia vede un’immediata applicazione del principio di sussidiarietà orizzontale, con l’autonoma iniziativa di alcuni cittadini che decidono liberamente di costruire un ponte tra due generazioni molto distanti: gli anziani e i bambini. Mentre i primi continuano a sentirsi utili per la comunità, i secondi imparano, giocando, a coltivare le antiche tradizioni.

In allegato la scheda dettagliata del caso.


ALLEGATI (1):

Lascia un commento